Studenti e ricercatori

Dalla Ue a Milano i finanziamenti per studenti e ricercatori

di Francesca Milano

Fa tappa a Milano, oggi, il bus di Euraxess che sta girando l'Europa per portare nelle università informazioni su opportunità e finanziamenti per studenti e giovani ricercatori. La tappa milanese del roadshow prevede una serie di appuntamenti che si svolgeranno in via Festa del Perdono 7, presso la sede dell'Università Statale di Milano.
A bordo del bus ci saranno professionisti di Euraxess - la rete Europea di supporto ai ricercatori in mobilità - che illustreranno agli studenti tutti servizi e le opportunità per avviarsi alla carriera di ricercatore. Gli esperti forniranno tutte le informazioni utili sui bandi aperti e su come parteciparvi. E visto che il biglietto da visita di ogni aspirante ricercatore è il curriculum, un fotografo professionista sarà a disposizione per scattare gratuitamente foto da inserire nel cv.
La giornata prevede anche un seminario con esperti di politiche europee durante il quale saranno presentate le opportunità di finanziamento europee per i ricercatori e i servizi attualmente esistenti a supporto della mobilità degli scienziati di tutte le discipline in Europa. Verranno, tra l'altro, presentati i nuovi bandi Horizon 2020 nell'ambito delle azioni Marie Skłodowska-Curie. I bandi Horizon 2020 rappresentano il più vasto programma per la ricerca mai promosso dall'Unione Europea, con uno stanziamento di circa 80 miliardi per il periodo 2014-2020: il 30% in più rispetto all'ultimo programma europeo di ricerca.
«Horizon 2020 è una pietra miliare nella ricerca europea - ha spiegato ieri il commissario europeo alla Ricerca, Maire Geoghegan-Quinn -. È un nuovo tipo di programma che
avrà ricadute sulla società perché punta a costruire l'eccellenza europea coniugando ricerca e innovazione». Le ricadute saranno importanti in ogni settore: si stima che in generale nei prossimi sette anni ci saranno ritorni per 9 miliardi per le piccole e medie imprese.
«Incoraggio fortemente l'Italia a investire nella ricerca - ha detto il commissario - fino a raggiungere l'obiettivo dell'1,53% del Pil entro il 2020. Non si tratta solo di spendere di più, ma di creare le condizioni ideali per la ricerca».
Il roadshow Euraxess prevede 29 tappe in 22 Paesi: durante i vari appuntamenti gli esperti illustreranno agli studenti anche la Carta europea dei ricercatori e il Codice di condotta per la loro assunzione, un documento chiave nell'ambito delle politiche europee di sviluppo e innovazione tecnologica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA