Enti e regioni

Ai dottorati di ricerca in Campania 30 milioni di fondi Ue

di Alessia Tripodi

S
2
4Contenuto esclusivo S24

La Campania mette in campo 30 milioni di fondi strutturali per promuovere i corsi di dottorati negli atenei campani. Ma per l'Adi (associazione dei dottori di ricerca italiani) l'intervento, seppur «molto positivo», penalizza i giovani non residenti e soprattutto i dottorandi senza borsa.

I rilievi dell'Adi
Le osservazioni sono contenute in una lettera inviata ieri dalla sede regionale dell'associazione al presidente Stefano Caldoro, all'assessore regionale all'Università Guido Trombetti e a tutti i rettori degli atenei campani, nella quale i dottori di ricerca giudicano «troppo restrittiva» la clausola che vede come destinatari dei fondi – assegnati dalla giunta regionale a valere sul Po Fse Campania 2007/2013 – solamente i nati e residenti nella regione. «Riteniamo –scrive l'Adi – che il sostegno allo sviluppo del settore della formazione post lauream debba essere espresso verso i corsi di dottorato degli atenei campani e non verso i singoli dottorandi», anche perché, il vincolo della residenza «già da tempo abolito nelle esperienze pilota di politiche regionali a sostegno del dottorato» secondo l'associazione rischia di «danneggiare la capacità di attrazione che il sistema accademico campano esercita nei confronti delle altre regioni».

Il nodo dei dottorati senza borsa
Gli investimenti sul dottorato «in generale» contribuirebbero poi, continua l'Adi, all'eliminazione della figura del dottorando senza borsa, che «risulta di fatto discriminato rispetto agli altri colleghi borsisti, senza che ciò comporti la diminuzione dei posti di dottorato messi a concorso ogni anno». Per questi motivi l'associazione dei dottori di ricerca chiede alla regione Campania di rimuovere la clausola della «residenza», ma anche di utilizzare i fondi per finanziare borse di studio e iscrizioni gratuite per l'anno accademico 2014/2015 a favore dei dottorandi attualmente senza borsa. E si rende disponibile a incontrare l'assessore Trombetti per un confronto sulla programmazione dei fondi Fse 2014-2020.


© RIPRODUZIONE RISERVATA