Pubblica e privata

L’esigenza di contenere la spesa pubblica giustifica il tetto retroattivo al bonus ricerca

di Andrea Alberto Moramarco

S
2
4Contenuto esclusivo S24

La previsione retroattiva, al fine del contenimento della spesa pubblica, di un tetto massimo per la fruibilità del credito di imposta per la ricerca, regolato con il criterio della priorità temporale dell'invio della domanda fino ad esaurimento delle risorse, è pienamente legittima e non contrasta con il principio dell'affidamento dei privati. La necessità di salvare le casse dello Stato, infatti, rende ragionevole l'intervento normativo del legislatore. Questo è quanto si desume dall'ordinanza della Sezione lavoro della Cassazione 8263, ...


Quotidiano della Scuola

Scuola24 è il nuovo sistema informativo multimediale riservato a Docenti e Dirigenti scolastici, personale delle Università, Enti di Ricerca ed Istituzioni.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?