Studenti e ricercatori

Atenei ed enti di ricerca in rete scommettono sul «public engagement»

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Nasce la prima rete italiana degli atenei e degli enti di ricerca per il «Public engagement». Si chiama «Apenet» e conta al momento l’adesione di 36 atenei e 2 enti di ricerca che hanno partecipato venerdì scorso al battesimo ufficiale alla Crui a Roma. Come già accaduto con altre esperienze simili all’estero «Apenet»punta a sviluppare l’impegno nel cosiddetto terzo settore (quello accanto a ricerca e didattica) con la condivisione di programmi, obiettivi e azioni in modo che la produzione di conoscenza e innovazione diventi un processo inclusivo e condiviso con la comunità.

In linea con la terza missione
Il network ha preso forma da una proposta condivisa nella prima tappa del Workshop organizzato a Torino nel dicembre 2015 . Bel febbraio dell’anno scorso l’università di Torino ha dato seguito alla proposta lanciando l’adesione ad Apenet alla quale hanno risposto 36 atenei e 2 enti di ricerca. La finalità principale delle rete è diffondere, promuovere e valorizzare la cultura e le esperienze di Public engagement, riconosciuto a livello internazionale come un modo nuovo ed efficace di fare didattica e ricerca attraverso la condivisione dei risultati della ricerca e il coinvolgimento dei ricercatori e del mondo produttivo, di policy makers, studenti delle scuole e cittadini. Un obiettivo in linea con la cosiddetta terza missione sempre più sviluppata nel mondo accademico come impegno di responsabilità sociale e di restituzione al territorio.

Gli obiettivi di Apenet
I principali obiettivi di Apenet sono: contribuire – in collaborazione con i diversi attori istituzionali del sistema ricerca italiano (Miur, Cun, Crui, Anvur, ecc.) – alla valorizzazione e valutazione delle iniziative di Public Engagement; sensibilizzare, formare e aggiornare il personale (di ricerca e tecnico-amministrativo) degli atenei e degli enti di ricerca; condividere e promuovere esperienze nazionali e internazionali; sviluppare una piattaforma comune e condivisa per la promozione, il monitoraggio e la valutazione delle iniziative di Public Engagement; promuovere e sviluppare la presenza del Public Engagement all'interno dei programmi universitari (corsi di laurea e di dottorato); promuovere la ricerca sui temi del Public Engagement


© RIPRODUZIONE RISERVATA