Studenti e ricercatori

Rientra allarme in Emilia: il 100% degli idonei avranno la borsa di studio

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Rientra l’allarme in Emilia Romagna sul rischio di non coprire tutte le borse di studio agli studenti idonei. È stato infatti raggiunto l’accordo tra Regione, azienda regionale per il diritto allo studio «Ergo» e i quattro atenei dell’Emilia-Romagna per garantire anche quest'anno benefici a supporto del diritto allo studio al 100 per cento degli studenti idonei.

A fronte dello straordinario incremento di iscritti alle università della regione, l’accordo prevede che l’azienda regionale «Ergo» metta a disposizione servizi gratuiti e che gli atenei contribuiscano con risorse proprie al finanziamento delle borse, ad integrazione delle risorse nazionali e dell’investimento regionale che quest’anno ha già previsto 1 milione di euro aggiuntivo per un importo complessivo di 22 milioni. Il contributo degli atenei sarà quantificato non appena, probabilmente all’inizio della prossima settimana, sarà stabilita la quota regionale di riparto del Fondo integrativo nazionale che quest’anno vale oltre 220 milioni. Tra l’altro da quest’anno scattano i nuovi criteri di riparto che premiano maggiormente le Regioni che più investono risorse proprie per garantire la borsa al maggior numero di studenti idonei. Nelle settimane scorse lo stesso assessore emiliano Patrizio Bianchi aveva denunciato il rischio di dover registrare per la prima volta oltre 3mila studenti idonei senza borsa, avendo le risorse solo per coprire l’85% degli aventi diritto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA