Studenti e ricercatori

Università di Perugia, iscrizioni gratis per i detenuti

C'è tempo fino al 6 novembre per iscriversi all'università di Perugia e, per la prima volta, le persone detenute nelle carceri umbre potranno farlo gratuitamente. Il rettore dell'ateneo umbro, Franco Moriconi, ha infatti accolto la richiesta del Garante delle persone private della libertà della Regione Umbria, Stefano Anastasìa, per una totale esenzione dai costi di iscrizione dei detenuti.

Studio essenziale per finalità rieducativa della pena
«Per molte persone detenute - spiega Anastasia - lo studio universitario è una straordinaria opportunità formativa, motivazionale e di approfondimento, che costituisce un elemento essenziale nella concretizzazione della finalità rieducativa della pena prevista dalla Costituzione». E per questo «ho chiesto al rettore - ha aggiunto - di valutare la possibilità di praticare ulteriori misure, oltre alla parziale esenzione già in vigore da qualche anno, per agevolare e percorsi di studio tra le persone detenute».
«Ritenendo pienamente condivisibile lo spirito dell'iniziativa», il rettore Moriconi ha comunicato al Garante che si provvederà ad attuare «già a partire da quest'anno, l'esonero totale dal contributo onnicomprensivo annuale a beneficio degli studenti detenuti iscritti all'ateneo di Perugia, ampliando la parziale riduzione della contribuzione già prevista a livello regolamentare».
Ora il Garante Anastasìa punta a chiedere alla presidente della regione, Catiuscia Marini «l'esenzione dalla tassa regionale per il diritto allo studio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA