Pianeta atenei

Medicina e professioni sanitarie al top per l’occupazione

di Serena Riselli

È storia nota che per poter indossare il camice bianco, la strada è lunga. Per fortuna, però, gli aspiranti medici italiani non dovranno farne molta per trovare alcune tra le migliori facoltà di medicina di tutta Europa e vantano il miglio tasso di occupazione a 5 anni dal titolo (93,9%). In Italia molti atenei hanno una lunga tradizione e trascorsi prestigiosi in questo settore. L’università di Pavia, ad esempio, vanta tra i suoi professori ed ex studenti un premio Nobel per la Medicina (Camillo Golgi all’inizio del ‘900). A livello nazionale il corso di laurea a ciclo unico è tra i primi in Italia non solo per la didattica formativa, ma anche per la ricerca. L’università offre anche un corso in odontoiatria, mentre per quanto riguarda le professioni sanitarie, ci sono corsi in ostetricia e in scienze infermieristiche.

Altro ateneo storico e di lustro nel campo delle scienze mediche, è quello di Padova. I suoi punti di forza sono l’organizzazione generale e l’apertura internazionale della facoltà. Ci sono anche corsi di laurea in medicina veterinaria e in odontoiatria e protesi dentaria.

Poco più che trentenne, invece, la storia della facoltà di medicina dell’università di Udine, che però non ha nulla da invidiare alle sue “colleghe” più antiche in quanto a formazione e ricerca. Il corso di laurea a ciclo unico, infatti, riesce ad affiancare una buona organizzazione a ottimi spazi didattici. Fiore all’occhiello dell'ateneo friulano è anche l'offerta molto ampia che riguarda le professioni sanitarie, come fisioterapia, ostetricia, infermieristica, tecniche di radiologia medica per immagini e radioterapia.

Ancora più giovane è l’università Bicocca di Milano, nata nel 1998. Eppure proprio questo è il punto forte dell'ateneo che offre un campus universitario nuovo e all'avanguardia. La facoltà di medicina e chirurgia si appoggia all’ospedale San Gerardo di Monza che ha un’ottima fama sia sul versante dell’assistenza ai pazienti che su quello della ricerca, soprattutto in ambiti specialistici come la ginecologia e l’oculistica. È attivo anche un corso di laurea in medicina e chirurgia in inglese.

Da sottolineare per chi vuole iscriversi a un corso di laurea in medicina o nell’area sanitaria, questa sarà un’estate di studio. La maggior parte dei test di ingresso per accedere a queste facoltà, infatti, si terrà a settembre, come indicato nel calendario pubblicato dal Miur (http://accessoprogrammato.miur.it/2017/index.html) . Negli atenei pubblici le selezioni per medicina e odontoiatria saranno il prossimo 5 settembre, quelli di veterinaria il 6, quelli per le professioni sanitarie il 13 settembre e le ammissioni per i corsi di medicina in lingua inglese il 14 settembre. Nelle pagine a seguire due esempi di test d’ingresso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA