Pianeta atenei

Dal coaching alla criminologia nuove chance per gli psicologi

di Serena Riselli

Vi affascina studiare i misteri della mente umana e vi piacerebbe diventare psicologi? Non pensate solo al classico lettino. La psicologia ha collegamenti con una varietà di discipline: ecco perchè studiare questa materia potrebbe permettervi di lavorare in molti campi. Infatti gli psicologi fanno diagnosi, prevenzione e intervento su temi/problemi a livello individuale, di gruppo nonché organizzativo e di comunità.

«Ai laureati in psicologia, oltre alle conoscenze specifiche in ambito clinico, vengono richieste sempre più spesso competenze legate al mondo del coaching - spiega Francesca Contardi, managing director di EasyHunters -. La formazione professionale, infatti, sta prendendo sempre più piede in Italia e sempre con maggiore importanza. In questo senso, la figura emergente del life coach, il professionista capace di gestire e promuovere relazioni basate sul miglioramento delle performance e sul conseguimento di obiettivi sfidanti, è l’esempio più interessante». Per questo è importante scegliere un corso triennale che ponga delle buone basi generali, che consentano allo studente di scegliere in seguito il settore in cui specializzarsi.

All’università di Torino, ad esempio, è attivo il corso in scienze e tecniche psicologiche. Il percorso si propone di fornire le basi nelle diverse applicazioni e ambiti di intervento psicologico, per ogni successiva scelta del neolaureato, che può decidere di proseguire negli studi con una magistrale, o decidere di iscriversi, dopo l’abilitazione, alla sezione B dell’Albo degli psicologi e iniziare la pratica come collaboratore di uno psicologo abilitato. L’accesso è regolato e il test di ingresso sarà il 12 settembre. L’ateneo torinese offre anche corsi magistrali in psicologia clinica, psicologia del lavoro, psicologia criminologica e forense e scienze del corpo e della mente.

Ottimi feedback, soprattutto per quel che riguarda l’inserimento nel mondo del lavoro, anche per il corso di laurea in scienze e tecniche psicologiche dell'università di Pavia. L’ateneo pavese bandisce circa 142 posti l'anno. Per chi vuole continuare gli studi offre anche un corso magistrale in psicologia che permette l’accesso all’esame di stato per conseguire l’abilitazione. Un percorso simile viene offerto anche dall’università del Salento (Lecce), dove i posti disponibili sono 180, sempre con accesso programmato.

A Trento, il dipartimento di psicologia e scienze cognitive, offre percorsi triennali in psicologia cognitiva ed educazione professionale. I test di ammissione si tengono in due sessioni (100 posti per ognuna): una si è tenuta ad aprile, mentre la prossima sarà il 24 agosto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA