Studenti e ricercatori

Luiss enlabs apre a nuove startup e raddoppia con la sede di Milano

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Luiss Enlab ha appena lanciato in contemporanea due call for applications per startup con un forte focus sulle eccellenze del Made in Italy e lo sguardo rivolto all’estero. L’acceleratore - nato da una joint venture tra Lventure group e la Luiss - invita fino al prossimo 25 settembre startup operanti in tutti i settori del digitale a candidarsi alla prossima edizione del programma che inizierà a dicembre nel Tech Hub all’interno di Roma Termini. La novità di quest’anno è una seconda call for applications verticale rivolta anche a startup internazionali, attive in tutti i segmenti della catena Lifestyle (dall’automotive al design, dalla moda al food, dal lusso fino al benessere nelle aziende e nella vita di tutti i giorni) per il programma che si svolgerà nella sede di prossima apertura nel centro di Milano. «Siamo pronti ad accogliere sempre più startup internazionali e per attirare le migliori abbiamo deciso di puntare sul Lifestyle, di cui l'Italia è leader indiscussa a livello mondiale», spiega Augusto Coppola, managing director dei programmi di accelerazione di Luiss Enlabs.

I due programmi
Le startup, italiane e internazionali, potranno scegliere a quale delle due call rispondere e avere così la possibilità di candidarsi ai due percorsi intensivi di 5 mesi, mirati a trasformare progetti embrionali in vere e proprie aziende, in grado di fatturare. Le startup seguiranno seminari tematici e saranno accompagnate nel loro percorso (dal business development fino allo sviluppo tecnologico) da un team di mentor e da un Board of Advisor di oltre 50 membri che metteranno a disposizione il proprio set di skill e competenze. Inoltre, ciascuna startup riceverà un investimento base da LVenture Group del valore di 80mila euro, suddiviso in 30mila cash e 50mila in servizi, a fronte di una equity del 9%. Dopo i primi 2 mesi, dedicati principalmente allo sviluppo del prodotto, inizierà la fase di validazione e test sul mercato. Nell’ultimo mese le startup dovranno produrre ricavi e prepararsi per la presentazione a investitori, corporate e stampa durante il Demo Day, l'evento conclusivo dei programmi, previsto per maggio 2018.

Chi può candidarsi
Le startup candidate devono possedere i seguenti requisiti: essere startup digitali e avere almeno un prototipo funzionante del prodotto o un'idea validata (Minimum Viable Product); avere un team con un set completo di competenze, in particolare quelle di sviluppo tecnologico, disposto a trasferirsi a Roma (o Milano) per tutta la durata del programma e dedicarsi al progetto full time; proporre una soluzione competitiva in un settore di mercato in forte crescita; per la call su Lifestyle, operare in uno dei segmenti di riferimento. Per entrambe le call è indispensabile avere ottime capacità di espressione e comprensione in lingua inglese.


© RIPRODUZIONE RISERVATA