Studenti e ricercatori

Università, La Sapienza taglia le tasse per 42mila studenti

di Al.Tr.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

L'università romana La Sapienza taglia le tasse universitarie per 42mila studenti. Giovedì scorso il cda dell'ateneo ha approvato gli importi dei contributi che gli studenti dovranno versare per il prossimo anno accademico. La manovra da più di 2 milioni di euro introduce diverse novità.

Sconti ed esenzioni per il prossimo anno
Tra le novità introdotte dal cda, spiega l'ateneo in una nota, c'è l'esonero totale dalle tasse d'iscrizione per gli studenti meritevoli con reddito Isee fino a 14milaeuro - cioè mille euro in più ispetto a quanto stabilito dalla legge che fissa a 13mila il tetto per l'esenzione - , sconti fino al 20% per gli studenti in corso con reddito Isee entro i 40mila euro, esonero totale dalle tasse d'iscrizione per tutti gli studenti dei corsi di dottorato e azzeramento di altre forme di contributi, come per esempio la tassa di laurea.
Sono stati inoltre confermati - sottolinea ancora la nota - i bonus per i più bravi da usare per l'iscrizione all'anno successivo, l'esenzione per tutto il primo anno per chi si diploma con 100/100, le riduzioni destinate agli immatricolati con voto di maturità pari o superiore a 95/100 e le agevolazioni per le famiglie con più figli iscritti alla Sapienza.

Il rettore: «Rafforzate misure per diritto allo studio»
La manovra è stata resa possibile - si spiega nella nota - «grazie alle gestione virtuosa dell'Ateneo, nonostante il progressivo calo dei finanziamenti statali. A beneficiare delle riduzioni saranno circa i due terzi degli studenti in corso».
«L'indicazione del legislatore a favore delle famiglie in difficoltà economica e dei meritevoli - ha dichiarato il rettore Eugenio Gaudio - è per noi una conferma del percorso già avviato alla Sapienza due anni fa. Abbiamo non solo recepito la nuova norma - ha spiegato - ma abbiamo voluto ulteriormente rafforzare le misure perché il diritto allo studio, sancito dalla nostra Costituzione, sia garantito al più ampio numero di persone possibile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA