Studenti e ricercatori

Borse di studio, via libera al fondo 2016 da 216 milioni

di Mar.B.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Arriva il riparto tra le regioni dei fondi del Fis (il Fondo integrativo statale) del 2016 che per la prima volta tocca quota 216 milioni grazie ai 55 milioni aggiunti dal governo guidato dall'ex premier Renzi. La copertura delle borse arriva a un positivo 90%, grazie anche al meccanismo penalizzante di calcolo dell'Isee dell'anno scorso poi modificato.

Il via libera al Fondo integrativo statale è arrivato dalla Conferenza delle Regioni. Il decreto di riparto del 2016 è il primo su cui insiste l’aumento stanziato dal Governo Renzi di quasi 55 milioni di euro. Va ricordato però che i finanziamenti sono riferiti all'anno accademico 2015-2016, l'anno in cui - come ricordato più volte dagli studenti - il numero di idonei alla borsa di studio è stato falcidiato dall'introduzione del nuovo Isee (35mila idonei in meno in un anno) senza l'adeguamento delle soglie avvenuto l'anno successivo con decreto ministeriale. Da qui la stima di 136.054 beneficiari di borsa a fronte di 150.981 idonei (il 90% appunto). Mentre nell’anno accademico 2014/2015 gli idonei erano stati 188.612 contro i 139.370 effettivi beneficiari di borsa (con una copertura del 73%). Nel Fis 2016 è stata, inoltre, inserita una quota riservata alle regioni colpite dal sisma: Abruzzo, Marche e Umbria riceveranno un totale di 5.500.000 euro per poter provvedere alle necessarie misure straordinarie da intraprendere in conseguenza agli eventi sismici.


© RIPRODUZIONE RISERVATA