Studenti e ricercatori

Alla Statale di Milano passa il numero chiuso per gli studi umanistici

S
2
4Contenuto esclusivo S24

È passato tra le proteste degli studenti l’inserimento del numero chiuso nella Facoltà di Studi Umanistici alla Statale di Milano. L’annuncio arriva dal coordinamento universitario degli studenti Link che ha dato notizia del fatto che ieri il Senato Accademico della Statale ha avallato l’impostazione del rettore Gianluca Vago con 18 voti favorevoli su 35 presenti.

Al di là delle sbarre che, dopo l'irruzione di martedì scorso, blindavano la seduta del Senato, studenti e docenti hanno manifestato stendendosi a terra con lo striscione «non calpestate la volontà degli studenti». Nelle scorse settimane, in segno di protesta, si erano susseguite lezioni, culminate nel presidio di martedì scorso, conclusosi con l'ingresso in Senato degli studenti e la sospensione della seduta da parte del Rettore. «Noi siamo contrari al numero chiuso non solo perché i test utilizzati per metterlo in atto risultano arbitrari - spiega Davide Quadrellaro, rappresentante nel Dipartimento di Filosofia per Link Studenti Indipendenti Statale - ma anche perché il numero chiuso è figlio di una logica che considera l'università un’istituzione per pochi privilegiati e, nel caso specifico, di una svalutazione delle discipline umanistiche».


© RIPRODUZIONE RISERVATA