Studenti e ricercatori

Assegnati 540 milioni a 231 ricercatori senior

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Assegnati 540 milioni di euro a 231 progetti dal Consiglio europeo della ricerca. L’Italia è al sesto posto su 20 per i finanziamenti ricevuti. I beneficiari degli “advanced grants” -ricercatori senior con alle spalla giù una carriera avanzata - potranno svolgere le loro ricerche in campi diversi: dall’efficienza energetica, alla rigenerazione dei tessuti, fino a come le reti sociali e di imprese aiutano le aziende a resistere di fronte alla crisi.

Queste ricerche saranno condotte presso università e centri di 20 paesi. Al primo posto dei quali vi è la Germania, alla quale sono stati finanziati 45 progetti, seguita da Regno Unito (41), Svizzera (25) Francia (23) e Olanda (19). L’Italia è al sesto posto, con 12 progetti finanziati. La Germania è al primo posto anche come nazionalità dei ricercatori che hanno ricevuto il finanziamento, ma in questo caso l’Italia è al quinto posto. «I finanziamenti del Consiglio Europeo della Ricerca, nell'ambito del programma Horizon 2020, permetteranno ai ricercatori di realizzare le loro migliori idee», ha osservato il commissario europeo per la Ricerca, la Scienza e l’Innovazione, Carlos Moedas. Questo risultato, secondo Moedas, inoltre è il modo migliore per l'Unione Europea di ricollegarsi ai suoi cittadini.
Per il presidente del Consiglio Europeo della Ricerca, Jean-Pierre Bourguignon, «è una grande notizia per l’Europa sapere che altri 231 ambiziosi progetti saranno supportati».
Purtroppo, ha aggiunto, «con il budget 2016 è stato possibile finanziare solo il 9,6% dei progetti presentati». In tutto infatti erano arrivate 2.400 proposte, di cui il 16% presentate da donne, ma solo il 9,6% dei progetti ha ricevuto il finanziamento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA