Studenti e ricercatori

Polimi, Bocconi, Bologna e Sapienza spiccano nel ranking per discipline

di Mar.B.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

È il Politecnico di Milano a mettere insieme i migliori piazzamenti nell’ultimo ranking per discipline di Qs. Si piazza tra i top 10 al mondo - al settimo posto - per Design. Ottimi risultati anche dalla Bocconi che è undicesima in business e management. Si segnalano anche le performance della Sapienza (quattordicesima) in archeologia e dell’università di Bologna (32esima) sempre in archeologia. Questi i migliori piazzamenti - a cui si aggiunge anche il 28esimo posto del conservatorio di Santa Cecilia di Roma per arti dello spettacolo - della settima edizione del Quacquarelli Symonds University Rankings per materie, la classifica che analizza 46 discipline (erano 42 l’anno scorso) insegnate nelle università di 60 Paesi.

I risultati delle italiane
Il Politecnico di Milano si piazza tra i primi 100 in 10 materie. Oltre all’ottimo risultato per Arte e Design dove raggiunge la settima posizione nel mondo (decima nel 2016) si conferma quattordicesima per Architettura (era quindicesima) e Ingegneria civile (come l’anno scorso). Scende di qualche posizione in Ingegneria Meccanica (dal 18esimo al 29esimo). Bene anche la Bocconi che è undicesima (era decima) in business & management, sedicesima (scala una posizione) in economia ed econometria e 33esima (da 27) in Finanza e contabilità. Tra le italiane si segnala anche l’università di Bologna (Unibo) presente in 21 discipline nella top 100. La Sapienza di Roma è presente in 13 discipline. «I risultati dell’analisi di quest'anno - afferma Ben Sowter, Capo del Dipartimento Ricerca di QS - indicano che il sistema universitario italiano resta forte in un'ampia varietà di discipline. Le Università Italiane appaiono nella Top-50 in 15 discipline, raggiungendo ottimi risultati in materie molto differenti come Finanza e Archeologia, Fisica ed Arti dello Spettacolo».

Gli altri risultati
Per mettere a punto la sua classifica, Qs ha preso in considerazione «più di 185 milioni di citazioni, 43 milioni di papers, 194mila risposte al questionario somministrato ai responsabili delle risorse umane, 305mila risposte al questionario somministrato agli accademici». I parametri valutati sono la reputazione accademica e tra le aziende (basata sull'opinione di recruiter in tutto il mondo), le citazioni per paper e l'utilizzo dell'«H-Index» sulla prolificità e l'impatto delle pubblicazioni. A livello internazionale i migliori risultati li ottengono Cambridge (36 volte nella top 10), l’americana Berkley (34 volte), Oxford e Harvard (33 volte presente tra i primi 10 atenei del mondo). Qs ieri ha anche pubblicato il World University Rankings by Faculty che valuta la performance delle Istituzioni in 5 Macro Aree di Studio: Arte e Materie Umanistiche, Ingegneria e Tecnologia, Biologia e Medicina, Scienze Naturali, e Scienze Sociali e del Management. Il miglior piazzamento italiano è dell’università Bocconi. L’ateneo milanese è infatti salito di 5 posti, posizionandosi 17esimo per Scienze Sociali e Management.


© RIPRODUZIONE RISERVATA