Studenti e ricercatori

Confindustria-Luiss,patto per valorizzarei giovani talenti

Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia ed Emma Marcegaglia, presidente della Luiss, hanno firmato ieri, a Roma, un protocollo d'intesa per rinnovare la collaborazione tra l’associazione degli imprenditori e la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali su alcuni filoni di attività che puntano a rafforzare il ruolo del sistema industriale per lo sviluppo del Paese.

A tal fine, il protocollo prevede per la Luiss l’impegno a: promuovere tra i propri laureati percorsi di apprendistato in alta formazione; progettare e sviluppare percorsi formativi sui temi dell’imprenditorialità e del Made in Italy; promuovere lo studio di casi di ricerca sulle imprese del sistema Paese; sviluppare, tramite la Business School dell’Ateneo, iniziative di supporto e servizi personalizzati alle aziende interessate ai processi di modernizzazione 4.0; realizzare in Luiss EnLabs, insieme a Confindustria, una applicazione e un portale per lo sviluppo di AdottUp, il programma di “adozione” delle startup delle Pmi, estendendo il programma anche a realtà di neo imprese di altri incubatori universitari; realizzare una sezione delle “best practice” per mettere in evidenza i casi di successo e creare percorsi formativi specifici per gli imprenditori di “seconda generazione”.

Contestualmente, Confindustria, anche attraverso Sistemi formativi Confindustria (SfC), si assume l'impegno di: coinvolgere il sistema delle imprese nelle attività di tirocinio formativo; realizzare visite aziendali per gruppi di studenti del secondo o del terzo anno accademico; aprire la sede di Roma a studenti e neolaureati; realizzare percorsi di avvicinamento al lavoro per gli studenti Luiss, offrendo esperienze di “job shadow” che permettano di osservare “in presa diretta” il lavoro di imprenditori e professionisti; offrire agli startupper di Luiss EnLabs, selezionati dallo stesso ateneo, la possibilità di presentare le proprie idee di impresa nel sito di Officine Formative. Confindustria e Luiss, infine, si impegnano a costituire un osservatorio sull'innovazione e l’internazionalizzazione delle imprese medio-piccole, composto da tre membri ciascuno, con sede presso la Luiss, che ne curerà l’operatività. Con la sottoscrizione di questo protocollo, Confindustria e Luiss intendono mettere a fattor comune il rispettivo know-how, nell'ottica di valorizzare i giovani studenti e laureati.

La Luiss - Libera Università internazionale degli studi sociali Guido Carli - si caratterizza per il rapporto privilegiato con il mondo del lavoro. Sono oltre 200 le aziende, le istituzioni pubbliche e private, le multinazionali che collaborano con l'Università per offrire ai laureandi e ai neolaureati le prime concrete opportunità di ingresso nel mondo del lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA