Studenti e ricercatori

Bocconi nelle top 25 in Economia, Polimi avanti in ingegneria e informatica, Sapienza in materie umanistiche e Normale in Fisica

di Marzio Bartoloni

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Dopo la classifica generale pubblicata nei giorni scorsi Times Higher Education ha stilato anche le nuove classifiche top 100 degli atenei divisi per settore. A parte il solito predominio americano e inglese i cui atenei dominano le top 10 in tutti e otto i nuovi ranking (con l’unica eccezione del politecnico di Zurigo primo in informatica) le università italiane non fanno proprio una bella figura, a parte qualche eccezione come la Bocconi (25esima per economia). Con l’aggravante che non c’è nessuna università italiana tra i primi cento in tre ranking: quello di medicina, di scienze e di scienze sociali.

Sono otto le nuove classifiche pubblicate dal settimanale inglese specializzato nella valutazione delle università e degli istituti per l’istruzione superiore. Si tratta dei ranking su materie umanistiche , economia , scienze della vita , scienze sociali , medicina e salute , fisica , informatica e ingegneria . Come detto a guidarle sono praticamente solo le università inglesi e americane - con le solite Oxford, Cambridge, Harvard, Mit, ecc. - che sono sempre presenti nelle prime dieci posizioni. Gli unici a rompere questo predominio come detto sono gli atenei svizzeri: innanzitutto con l’Eth di Zurigo che è addirittura primo nella top 10 di scienze informatiche (ottavo è il politecnico di Losanna) e nono in ingegneria. Ma anche l’università tecnica di Monaco (nona in informatica) e il lo svedese Karolinska institute (decimo per medicina). E le università italiane? Se ne contano poche tra le top 100 negli otto ranking. Il risultato migliore lo ottiene l’università Bocconi di Milano che si piazza 25esima nella classifica «Business & economics». Buono anche il risultato della Sapienza di Roma che è 62esima nella classifica su «arts and humanities» (in calo però rispetto all’anno scorso quando era 42esima) . Il Politecnico di Milano si piazza in due ranking: 82esima per «Engineering & technology» e 68esima per «Computer science». Una classifica quest’ultima dove tra le prime 100 si segnalano anche l’università di Trento (81esima), il Sant’Anna di Pisa (92esima) e ancora la Sapienza di Roma (94esima). La Normale di Pisa si piazza infine 67esima nel ranking su «Physical sciences». Molto negative le nostre performance su «Life sciences», «Social sciences» e «clinical, pre-clinical and health»: tra le prime 100 università non ce n’è neanche una italiana.


© RIPRODUZIONE RISERVATA