Studenti e ricercatori

Assegnati 92 milioni a 300 vincitori del bando Prin 2015

S
2
4Contenuto esclusivo S24

In meno di un anno arriva la selezione dei progetti vincitori del Prin che si aggiudicano 92 milioni. Sono 300 in tutto - a fonte di quasi 4500 domande arrivate - e saranno finanziati nell’ambito nel bando 2015 pubblicato a novembre dell’anno scorso e destinato a sostenere la ricerca di base delle università e degli enti di ricerca vigilati dal Miur.

Il bando
La fase di selezione si è conclusa lo scorso 12 settembre: come detto sono 92 i milioni a disposizione dei 300 team vincitori, contro i 38 milioni della scorsa edizione. Ad annuciare l’esito del bando è stato lo stesso Miur che ha spiegato come le principali novità che hanno caratterizzato i Prin (Progetti di rilevanza nazionale) 2015 siano «più risorse rispetto al bando precedente, possibilità di conferire la responsabilità del team di ricerca anche ai ricercatori con contratti a tempo determinato, più flessibilità e autonomia nella gestione dei progetti, procedure di partecipazione on line». Le proposte arrivate sono state 4.431, il 25% in più rispetto alla media dei bandi degli anni precedenti. A dimostrazione della “fame” di ricerca che c’è nel nostro Paese che destina risorse sempre più con il contagocce per fare questo tipo di innovazione “libera”. Quella che è sempre stata definita come “ricerca di base”. Si è trattato - ha spiegato il ministero - in particolare, di 1.661 progetti per il macrosettore “scienze della vita”, 1.483 progetti per il macrosettore “fisica, chimica, ingegneria” e 1.287 progetti per il macrosettore “scienze umane”.

L’identikit dei vincitori
Al termine della selezione risultano destinatari del finanziamento 300 progetti: 109 per il macrosettore “scienze della vita” (cui andranno 32.111.638 euro), 95 progetti per il macrosettore “fisica, chimica, ingegneria” (cui andranno 31.686.164 euro) e 96 progetti per il macrosettore “scienze umane” (cui andranno 27.446.999 euro). Circa il 75% dei coordinatori nazionali delle idee vincitrici è di sesso maschile. La maggior parte dei progetti approvati proviene dall’area del Nord Italia (133 progetti, il 45% circa del totale), seguito dal Centro (104 progetti, il 35% del totale) e dal Sud e Isole (61 progetti, il 20% del totale). I vincitori del bando - ha concluso il Miur - riceveranno i finanziamenti in un’unica soluzione entro i primi giorni del mese di dicembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA