Studenti e ricercatori

La Fondazione Crt mette in palio 35 borse di ricerca applicata

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Trentacinque borse di ricerca applicata della durata di un anno per progetti di eccellenza scientifica e tecnologica nel campo dei sistemi complessi. A finanziarle è la Fondazione Crt di Torino. Si tratta del “Progetto Lagrange”, al cui primo bando, che scade il 18 settembre, possono accedere diplomati, laureati (anche con laurea triennale) e dottorandi. Entro il 31 dicembre saranno bandite anche le borse di ricerca applicata nel campo dei Big Data.

Dai nuovi materiali all’innovazione dei processi, dalle tecnologie meccaniche alle biotecnologie, dall’alimentazione alla salute pubblica, il progetto Lagrange-Fondazione Crt sostiene progetti di ricerca applicata nell’ambito dello studio, della gestione e dell’organizzazione di sistemi complessi basati sui grandi dati. Fermo restando il supporto e il controllo scientifico di un dipartimento universitario, del Politecnico o di un centro di ricerca, i progetti potranno essere condotti presso imprese co-finanziatrici fino a 250 addetti e sede operativa in Piemonte o Valle d’Aosta: per ognuna delle borse, 11mila euro saranno messi a disposizione dalla Fondazione Crt e almeno 9mila euro dall'impresa co-finanziatrice. Con il Progetto Lagrange, la Fondazione Crt ha sostenuto finora 665 giovani ricercatori con borse di dottorato e di ricerca applicata, per un investimento complessivo di 38 milioni di euro. Le richieste vanno inviate alla Fondazione Isi entro le ore 17 del 18 settembre 2016. Il testo integrale del bando è consultabile online.


© RIPRODUZIONE RISERVATA