Studenti e ricercatori

Oltre 200 investitori a Luiss Enlabs per l’«investor day»

Oltre 200 investitori qualificati e rappresentanti di corporate e stampa specializzata si sono riuniti la scorsa settimana a Roma a Luiss Enlabs in occasione dell’Investor day, evento conclusivo del programma di accelerazione della «Fabbrica delle start up», uno dei principali acceleratori d’Europa, nato da una joint venture tra la holding di partecipazioni quotata in borsa LVenture Group e l’Università Luiss.

Le start up sotto i riflettori
L’evento ha visto susseguirsi sul palco i ceo delle 5 start up uscite con successo dall’ultimo batch, che in 7 minuti ciascuna hanno presentato la propria vision, il business plan e il team ai potenziali investitori. Le start up sul palco sono state: Bemyguru, piattaforma che permette ad aziende e consulenti esperti di entrare in contatto in maniera semplice, affidabile e efficiente; Checkmoov, app che permette agli utenti di praticare attività sportive in varie location fornendo accesso a tutti i centri sportivi nel proprio network; Crowdbooks, piattaforma editoriale specializzata nella produzione e vendita di libri illustrati; Dynamitick, azienda specializzata in soluzioni di dynamic pricing per massimizzare le vendite dei biglietti nelle industrie dello sport e dell'intrattenimento; Oreegano, community per amanti del cibo che calcola i fattori nutrizionali delle ricette e definisce programmi alimentari personalizzati. «Questa edizione dell'Investor Day - commenta Luigi Capello, ad di LVenture Group e Founder di Luiss Enlabs - coincide con un periodo di grandissimo fermento per la nostra attività. L’aumento di capitale di circa 5 milioni di LVenture Group partito qualche giorno fa ci servirà a investire ancora più risorse in un numero maggiore di startup».

L’acceleratore più grande d’Europa
Luiss Enlabs, uno spazio di circa 5.000 mq all’interno della Stazione Termini di Roma - grazie al sostegno di partner come Wind e Bnl - ha da poco più che raddoppiato i propri spazi, diventando l'acceleratore di start up più grande d'Europa, pronto ad ospitare sempre più start up, ma anche aziende interessate ad avvicinarsi al mondo dell'innovazione. Con il contributo di Cisco, la nuova struttura è stata dotata di infrastrutture tecnologiche all'avanguardia. «Nella nuova sede di 5.000 mq - annuncia - ospiteremo grandi corporate in cerca di innovazione per favorire la contaminazione con le start up. Nel contempo, lavoriamo per consolidare la nostra posizione a livello internazionale e tra qualche giorno voleremo a Berlino per una edizione speciale del nostro Investor Day di fronte alla comunità finanziaria tedesca». È stato poi annunciato il lancio di un programma verticale dedicato alla cyber-security organizzato dall’acceleratore in partnership con Cisco Systems, nell'ambito delle iniziative di Open Innovation di Luiss Enlabs e LVenture Group e della iniziativa Digitaliani di Cisco. A breve sarà aperta la call per questo programma, che prevedrà un percorso completo dall'ideazione all'entrata sul mercato delle start up incentrato su questo fondamentale ambito del digitale ancora aperto a moltissime possibilità di innovazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA