Studenti e ricercatori

I nuovi corsi di app Academy partono al Polimi in partnership con le aziende

S
2
4Contenuto esclusivo S24

È appena partito al Politecnico di Milano il corso della Samsung app Academy «App4Tomorrow Edition», il progetto di formazione professionale, realizzato da Samsung in collaborazione con la Graduate school of business del Polimi e il Dipartimento di Elettronica Informazione e Bioingegneria sempre del Politecnico, che offre a giovani di talento senza un'occupazione gli strumenti per imparare a sviluppare App Android. Il corso, della durata di 192 ore per 24 giorni di lezione, si concluderà a settembre.

Dopo il successo delle prime due edizioni – il 95% degli ex studenti ha trovato infatti un’occupazione - app Academy quest’anno torna rinnovata e ancora più concreta grazie ad una nuova vocazione sociale e alla collaborazione diretta con le aziende.
Ventiquattro giovani talentuosi di età compresa fra i 21 e i 34 anni, provenienti da tutta Italia, con una formazione che spazia dalla laurea in lingue straniere al diploma in ragioneria, da una specializzazione in risorse umane fino ad arrivare a una laurea in urbanistica, sono stati selezionati in base alla loro esperienza, alle loro competenze, ma soprattutto alla motivazione e passione nei confronti di questo progetto, che rappresenta un esempio vincente di collaborazione tra il mondo delle aziende private e il mondo accademico italiano. Questa edizione prevede un coinvolgimento diretto delle aziende, alcune delle quali attive nel sociale, nell'industria culturale e altre operanti nel settore Ict che lavoreranno a stretto contatto con gli studenti. Divisi in 6 gruppi, i ragazzi saranno supportati da un tutor per sviluppare app in grado di rispondere ad esigenze della comunità locale, in ambiti quali Inclusione, Arte e Cultura, Salute e Disabilità.

Anche il metodo di training sarà ancora più interattivo e pratico, grazie a incontri con le aziende con cui verranno sviluppati i progetti, al coinvolgimento di testimonial e allo studio di casi di successo. Come per le scorse edizioni, ogni studente avrà inoltre a disposizione la tecnologia più avanzata (eboard, laptop, tablet e smartphone, dispositivi indossabili) per poter testare in un contesto reale le differenti soluzioni proposte durante il corso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA