Studenti e ricercatori

Al via il bando per gli specializzandi: 6133 i posti disponibili, 355 in più rispetto al 2015

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Il ministro Giannini ha firmato il bando per l’accesso alle scuole di specializzazione in Medicina. Le prove si svolgeranno dal 19 al 22 luglio. I contratti a disposizione sono 6.718, di cui 6.133 messi a disposizione dallo Stato, i rimanenti da Regioni e altri Enti. Si tratta di 355 contratti in più rispetto al 2015.

Il bando
Al concorso possono partecipare tutti i laureati in Medicina e Chirurgia che abbiano conseguito il titolo prima del termine di scadenza per la presentazione della domanda di iscrizione. Ciascun candidato potrà iscriversi esclusivamente on line sul portale Universitaly . La procedura sarà attivata martedì 24 maggio e si chiuderà inderogabilmente alle ore 15.00 di martedì 7 giugno. «Sulle Specializzazioni Mediche c’è stato un impegno costante da parte del nostro Governo per ridurre la forbice tra laureati e posti nelle scuole. Due anni fa, quando ci siamo insediati, partivamo da una base di 3.300 contratti che siamo poi riusciti a portare a 5.000. Lo scorso anno partivamo da poco più di 4.000 contratti e, con uno sforzo importante di questa amministrazione, siamo riusciti a garantirne 6.000. Quest’anno, con la legge di stabilità, abbiamo messo risorse per fare in modo che il numero di contratti statali d'ora in poi non possa essere inferiore a 6.000 all'anno», ha ricordato il ministro. «Si tratta di un numero ancora insufficiente - ha affermato Gabriella Di Pietro, coordinatrice nazionale Fp Cgil Medici in Formazione - in quanto i posti necessari individuati dallo stesso ministero della Salute per l’anno accademico 2016/2017 erano circa 8mila. Mancano quindi oltre mille posti, che si aggiungono ad altri circa 3mila posti non banditi nei due anni precedenti».

Le selezioni
I test con 110 quesiti si terranno dal 19 al 22 luglio, ma chi non riuscirà a superare l'esame di abilitazione entro l’1 novembre escluso.Prevista una prima parte comune a tutte le tipologie di Scuola il 19. La seconda parte dell’esame per l’area medica si svolgerà il 20 luglio, per l’area chirurgica il 21 luglio, per l’area dei sevizi clinici il 22 luglio. I 110 quesiti saranno a risposta multipla: 70 comuni a tutti i candidati, 30 specifici per ciascuna area, 10 specifici per tipologia di Scuola. I 70 quesiti comuni saranno riferiti ad argomenti caratterizzanti il corso di laurea in medicina e chirurgia e inerenti la formazione clinica del percorso di studi. Ogni risposta esatta vale 1 punto, ogni risposta non data 0 punti, ogni risposta errata -0,30. La valutazione dei 10 quesiti specifici per ciascuna scuola ha un peso maggiore: 2 punti per ogni risposta esatta, 0 per ogni risposta non data e -0,60 per ogni risposta errata.
Per lo svolgimento delle prove di ammissione è assegnato un tempo di:95 minuti per i 70 quesiti della prima parte della prova; 48 minuti per i 30 quesiti della seconda parte della prova comune per area; 19 minuti per i 10 quesiti della seconda parte della prova specifica per singola tipologia di Scuola. I candidati avranno a disposizione computer privi di tastiera, non connessi a Internet, sui quali sarà possibile operare esclusivamente attraverso un mouse. L'elenco delle sedi di svolgimento della prova di ammissione sarà pubblicato entro mercoledì 29 sul portale universitaly. Le graduatorie saranno pubblicate giovedì 11 agosto 2016, mentre l’ultimo scorrimento delle graduatorie quest’anno avverrà entro il 26 ottobre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA