Studenti e ricercatori

Prosegue il crollo dei corsi di laurea: dai 5.500 del 2008 scendono a 4.200

di Benedetta Pacelli

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Offerta universitaria ancora a dieta. Tra tagli, sforbiciate e accorpamenti continua la retromarcia degli atenei che, seppure ad andamento più lento rispetto ai primi anni di riforma, ha portato il numero di corsi dagli oltre 5.500 del 2008 agli scarsi 4.200 del 2014. È il risultato dell'esame che il Consiglio universitario nazionale ha effettuato sugli ordinamenti didattici, vecchi e nuovi, che costituiranno l’ossatura formativa degli atenei per il prossimo anno accademico. Un esame che, tra cancellazioni e nuove attivazioni, presenta anche alcune novità, come la sensibile richiesta di attivazione di corsi, ben 12, nel settore dell'ingegneria o la modifica di altrettanti ordinamenti per l’area economica.

Il trend dell'offerta formativa
In generale, quindi, dall'analisi del Cun, effettuata con la collaborazione con gli atenei, salta agli occhi un dato: una costante diminuzione dell'offerta formativa sia per i corsi di laurea triennale sia per quelli di laurea specialistica, magistrale o a ciclo unico. Del resto tra il quadro di regole che ha imposto negli ultimi anni agli atenei di razionalizzare l’offerta formativa, il taglio del fondo del finanziamento ordinario e le assunzioni praticamente al lumicino, la sforbiciata dei titoli negli anni è stata quasi un obbligo. Con una retromarcia iniziata nel 2007 e che oggi ancora non si è del tutto arrestata: si è passati infatti dai 5.519 corsi del 2007/08 ai 4198 nell’anno 2014/15, con un calo progressivo ogni anno seppure meno sensibile negli ultimi due anni.
In generale il Cun ha vagliato quasi un quarto dell’intera offerta formativa universitaria, e poi ha esaminato anche l’ordinamento di 95 scuole di specializzazione medica, pari al 6% dell’offerta formativa delle scuole di specializzazione di area medica.

Ordinamenti di nuova istituzione
Nel complesso per l’offerta didattica del prossimo anno accademico sono stati presentati, e quindi esaminati, 88 ordinamenti di nuova istituzione di corsi di laurea o laurea magistrale (nel 2015 furono 85). È area di “ingegneria industriale e dell'informazione” quella che ne ha richiesti di più (12 corsi, come nel 2015), seguita subito dopo da quella delle “scienze mediche” con 11 corsi chiesti, rispetto ai 14 dell’anno precedente, da “scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche” che invece ha richiesto l'attivazione di 10. L’area con il minor numero di nuovi corsi, invece, è l'area di “scienze della terra” che, per il prossimo anno, non ne ha proposto neppure uno in più rispetto agli attuali. In generale, quindi, è l’area scientifica, che include anche scienze agrarie e veterinarie, ad avere il maggior numero di corsi di nuova istituzione (23 corsi; 12 nel 2015), seguita dall’area sociale (21 corsi; 18 nel 2015), dall'area letteraria (18 corsi; 20 nel 2015), e dall’area ingegneristica (15 corsi; 21 nel 2015). Ultima invece l’area sanitaria con 11 corsi (14 nel 2015). E infine a richiedere le maggiori modifiche l’ateneo di Palermo seguito dall'università di Napoli “Federico II” e dall'università di Sassari.

Ordinamenti modificati
Ammonta invece a quasi 900 la quota di corsi modificati presentati e poi esaminati. Inoltre 775 di questi (circa l'87%) sono stati esaminati una seconda volta, in seguito alle modifiche apportate dagli atenei in risposta alle osservazioni formulate dallo stesso Cun. L’area con il maggior numero di modifiche è stata quella delle “scienze economiche e statistiche” (138 corsi; 132 corsi nel 2015), seguita ancora una volta da “ingegneria industriale e dell'informazione” (136 corsi; 155 nel 2015), dall'area “scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche” (100 corsi; 110 nel 2015) e “scienze politiche e sociali” (96 corsi; 93 nel 2015). Al contrario le minori modifiche sono avvenute nell'area di“scienze fisiche» (17 corsi, come nel 2015) e in quella di “scienze della terra” (24 corsi; 26 nel 2015).


© RIPRODUZIONE RISERVATA