Studenti e ricercatori

Dote da 135 milioni per il bando sulla ricerca finalizzata del ministero della Salute

Verrà presentato nel corso degli Stati generali della ricerca sanitaria , che si terranno a Roma i prossimi 27 e 28 aprile, il nuovo bando della ricerca finalizzata, per cui è stanziato un finanziamento complessivo di 135 milioni e prevede (alla Sezione C) un’innovativa modalità di gestione dei Programmi di Rete.


Tale nuova modalità di gestione dei Programmi, oltre ad avere l'obiettivo di soddisfare le esigenze regionali in materia di sviluppo dei servizi e di miglioramento dell'assistenza e delle cure, introduce la possibilità per le associazioni di pazienti, le organizzazioni no profit, le fondazioni e le charities di concorrere al finanziamento, alla selezione ed al monitoraggio dei Progetti di Rete, che saranno condotti su specifiche tematiche - di interesse per il Servizio sanitario nazionale - concordate con le Regioni ed approvate dal Comitato tecnico sanitario del ministero della Salute. Tale innovazione mira a soddisfare le esigenze di conoscenza, emergenti dalle programmazioni regionali, per lo sviluppo dei servizi e il miglioramento dell'assistenza e delle cure offerte dal Servizio sanitario nazionale. Per tale motivo la procedura ha contemplato il coinvolgimento diretto di tutte le Regioni che hanno individuato le otto tematiche di interesse nazionale.
Con riferimento alle otto aree tematiche individuate, allo scopo di coinvolgere la società civile (associazioni di pazienti, fondazioni, charities ..) e convogliare le risorse verso obiettivi comuni, la sezione C del bando 2014-2015 prevede il lancio della Call for Funding Organizations. Al termine di questa fase, tutti gli enti finanziatori sottoscriveranno per ciascuna tematica un Accordo di collaborazione.
I programmi di rete hanno lo scopo di creare dei gruppi di ricerca e innovazione per lo sviluppo di ricerche altamente innovative. Sono svolti da consorzi di ricerca di rete ed hanno una durata triennale. Il finanziamento messo a disposizione dalle Regioni, per ciascuna area tematica di interesse e per il triennio di durata del programma, è pari ad euro 600mila euro; perciò la quota minima prevista per poter partecipare ad un progetto relativo a ciascuna delle aree tematiche individuate dovrà essere almeno pari ad euro 600mila euro.
L'espressione di interesse, a firma del legale rappresentante dell'ente, dovrà pervenire al Ministero esclusivamente tramite PEC all'indirizzo: dgrst@postacert.sanita.it entro le ore 17.00 del 26 aprile 2016.
Sul sito del ministero della Salute è pubblicata la C all for Funding Organizations e la sola Sezione C del Bando della ricerca finalizzata 2016.


© RIPRODUZIONE RISERVATA