Studenti e ricercatori

Il milleproroghe è legge: porte aperte ai ricercatori di tipo b fino a fine 2016

di Eu. B.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

I ricercatori di tipo b spuntano un anno in più di contratto presso gli atenei. La misura che era stata introdotta nel decreto milleproroghe durante il precedente via libera parlamentare alla Camera è stata confermata dal Senato. Che ha approvato ieri in via definitiva il Dl di proroga termini, convertendolo dunque in legge. Vediamo di seguito tutte le misure che interessano da vicino il mondo dell’istruzione.

Università
È il comparto interessato dal maggior numero di modifiche. Partiamo dalla doppia proroga sui punti organico degli atenei: slitta al 31 dicembre 2016 il termine per procedere alle assunzioni di personale a tempo indeterminato, relative alle cessazioni verificatesi negli anni 2009, 2010, 2011 e 2012; entro la stessa data bisogna procedere alle assunzioni di personale a tempo indeterminato, relative alle cessazioni verificatesi negli anni 2013 e 2014. E sempre entro fine anno possono essere concesse le relative autorizzazioni ad assumere, ove previste. C’è tempo invece fino al 30 aprile 2016 per l’emanazione del Dpcm con il quale devono essere stabiliti gli indirizzi per la programmazione del reclutamento del personale universitario per il triennio 2016-2018. Al tempo stesso vengono estesi a tutto il 2016 i contratti dei ricercatori di tipo b (quelli che aprono le porte alla docenza) in attesa che le nuove procedure dell'abilitazione nazionale finalmente entrino in vigore (nel testo c'è anche la proroga al 31 dicembre 2016 per l'emanazione delle procedure dell'Asn). Con una ciambella di salvataggio anche per gli assegnisti di ricerca che potranno sottoscrivere un contratto da ricercatore di tipo b. Superando così la discriminazione tra assegnisti “vecchi” e “nuovi” generata dalla riforma Gelmini del 2010. Degna di nota è infine la proroga per un secondo triennio dell’operatività della Scuola sperimentale di dottorato internazionale “Gran Sasso Science Institute” (Gssi), istituita a decorrere dall’anno accademico 2013-2014.

Ricerca
Una solo novità, ma di peso, per gli enti di ricerca. Che vedono slittare al 31 dicembre 2016 l’autorizzazione ad assumere personale a tempo indeterminato entro il limite dell’80% delle proprie entrate correnti complessive, purché nei limiti delle risorse relative alle cessazioni di rapporti a tempo indeterminato verificatesi nell'anno precedente.

Scuola
La modifica più rilevante riguarda le graduatorie a esaurimento (Gae) nelle quali, dopo l’infornata di assunzioni a tempo indeterminato prodotte dalla “Buona Scuola”, restano circa 45mila docenti. L'aggiornamento delle Gae slitta di un anno. Partirà dal 2018 anziché dal 2017 ed esaurirà i suoi effetti nel 2021. Una scelta dettata dall’esigenza di allineare la triennalità dell'aggiornamento delle graduatorie rispetto alla triennalità delle procedure di reclutamento del personale docente. Senza dimenticare il pacchetto di misure destinate all’edilizia scolastica. In primis la proroga al 31 dicembre 2016 del termine previsto dal decreto Carrozza del 2013 per l’attuazione di leggi e regolamenti in materia di prevenzione incendi nelle strutture adibite a servizi scolastici. Entro lo stesso termine vanno poi utilizzate le risorse corrispondenti alla quota per la quale è stata prevista la disapplicazione della sanzione per le regioni che non hanno rispettato il patto di stabilità interno; al tempo stesso gli enti locali beneficiari del finanziamento in materia di riqualificazione e di messa in sicurezza delle istituzioni scolastiche statali possono differire il pagamento dei lavori dal 31 dicembre 2015 al 31 dicembre 2016. Enti beneficiari che devono trasmettere al Mit le aggiudicazioni provvisorie dei relativi lavori entro il 30 aprile del 2016, pena la revoca dei finanziamenti. Prorogato infine al 29 febbraio 2016 il termine previsto per l’aggiudicazione provvisoria dei lavori di edilizia scolastica finanziati mediante i mutui stipulati, tra gli altri, con la Bei.



© RIPRODUZIONE RISERVATA