Studenti e ricercatori

Bando Prin, dagli atenei oltre 4mila progetti in gara per 92 milioni

di Marzio Bartoloni

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Negli atenei c’è fame di ricerca. Alla scandenza di metà gennaio (prorogata rispetto a quella originaria del 22 dicembre) sono arrivate al Miur ben 4431 domande di finanziamento per altrettanti progetti di ricerca. In palio ci sono 92 milioni in tutto, fondi superiori rispetto al passato (l’ultimo bando ne metteva a disposizione solo 38), ma insufficienti per tutte le richieste. Probabilmente non più di una domanda su quattro accederà al finanziamento che sarà erogato entro ottobre con un percorso di selezione pià rapido rispetto al passato.

Le domande
Sono più 4.431 i progetti in gara per accedere ai 92 milioni stanziati complessivamente nel bando per i Progetti di ricerca di Rilevante Interesse Nazionale (Prin). I progetti - fa sapere il ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca - saranno valutati in un'unica fase, esclusivamente per via telematica, entro l’estate, con l'erogazione dei contributi entro ottobre. Rispetto al passato, il bando Prin prevede quest’anno una più stretta collaborazione tra università, enti ed altri organismi di ricerca sia pubblici che privati, accanto ad una «più agevole portabilità dei progetti» e a «una maggiore attenzione per le attività di diffusione e disseminazione dei risultati». I progetti, circa il 25% in più rispetto agli anni precedenti, riguardano per la maggior parte le Scienze della vita (1.661), seguite da quelle relative a Fisica, chimica, ingegneria (1.483) e dalle Scienze umane (1.287). Circa il 45% delle proposte presentate proviene dal Nord Italia (2.101 progetti), seguito da Sud e Isole (1.185) e Centro (1.145).

Il bilancio
I Prin come noto sono stati istituiti nel 1996 dal governo Prodi e da allora hanno rappresentato la principale fonte di finanziamento per la ricerca pubblica all'interno degli atenei. Da un budget di 137 milioni di euro destinati nel 2003 alle 14 aeree disciplinari (il record assoluto), anno dopo anno si è arrivati al minimo storico di 38 milioni di euro di fine 2012 (governo Monti). In particolare se il finanziamento Prin 2009 era di circa 105 milioni, il budget è poi sceso a 87 milioni nel bando accorpato 2010-11. Per arrivare all'ultimo, ormai di quasi tre anni fa, di appunto soli 38 milioni. Ora questa boccata d'ossigeno da 92 milioni. Nel bando del 2012 furono finanziati in tutto 516 progetti di ricerca. Con poco più del doppio del budget è presumibile che conquisteranno i fondi poco più di mille progetti sugli oltre 4mila arrivati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA