Studenti e ricercatori

L’Alma Mater apre un Google lab per studenti, docenti e ricercatori

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Un nuovo laboratorio per sperimentare e sviluppare applicazioni basate su tecnologie Google, dedicato agli studenti e al personale del dipartimento di Informatica, Scienza e Ingegneria nei campus di Bologna e di Cesena dell’Alma Mater. È il «Google for Work Technology Lab», il laboratorio virtuale nato in collaborazione con Injenia Srl, azienda partner di Google in Italia, che sarà inaugurato il 21 gennaio alle 15 alla scuola di Ingegneria e Architettura dell’università di Bologna.

Il laboratorio, accessibile anche da casa, utilizzando un account accreditato, darà la possibilità a studenti, docenti, ricercatori e personale tecnico amministrativo del dipartimento di entrare direttamente in contatto con le tecnologie e con gli strumenti utilizzati dalle aziende. «L’obiettivo - spiega Claudio Sartori, docente al Dipartimento di Informatica, Scienza e Ingegneria dell'Alma Mater e coordinatore del laboratorio - è favorire il contatto tra università e aziende: è fondamentale che gli studenti sperimentino le nuove tecnologie per conoscere sin da subito le realtà che potranno incontrare una volta entrati nel mondo del lavoro». «Questo laboratorio - aggiunge Silvano Pancaldi, presidente di Injenia - è un ponte tra ricerca, sperimentazione e i processi industriali utili per innovare in ambito imprenditoriale». Il Lab come detto sarà a disposizione degli studenti del corso, ricercatori, tecnici e docenti del Dipartimento di Informatica e verranno svolte attività di sviluppo e sperimentazione per specifici progetti formativi, tesi e tirocini, utilizzando tecnologie in ambiente “cloud”, un argomento sempre più di interesse per le imprese che vogliono innovare e proiettarsi nel futuro


© RIPRODUZIONE RISERVATA