Studenti e ricercatori

Un tirocinio in ambasciata: in palio 82 posti per chi sogna la carriera diplomatica

di Marzio Bartoloni

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Tornano i tirocini nelle ambasciate per 82 studenti universitari. C’è tempo fino al 25 gennaio per cogliere al volo questa opportunità offerta dal bando appena pubblicato da ministero degli Etsteri, Miur e Conferenza dei rettori universitari.

I requisiti
Il nuovo bando mette in palio la possibilità di svolgere un tirocinio di tre mesi presso le rappresentanze estere del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. I posti disponibili sono 82 e c’è tempo fino al 25 gennaio per presentare la propria candidatura. Possono partecipare alla selezione gli studenti italiani che non hanno più di 28 anni, che hanno svolto studi coerenti con la carriera diplomatica – economia, diritto, sociologia e scienze politiche, ecc. - e che sono iscritti ad una delle43 università che hanno aderito al progetto. Il tirocinio, della durata di tre mesi, si svolgerà dal 18 aprile al 18 luglio e riconoscerà ai tirocinanti due crediti formativi per ogni mese e un rimborso spese di 400 euro mensili o 200 euro mensili più l’alloggio. Tra i requisiti richiesti la conoscenza dell'inglese (B2), una media almeno del 27 e aver acquisito 60 crediti formativi nella laurea magistrale o 240 in quella a ciclo unico “vecchio ordinamento”.

Come candidarsi
La candidatura alle offerte del presente bando può essere inviata esclusivamente online entro il 25 gennaio 2016, ore 17:00. Tutte le candidature pervenute entro la data di scadenza del presente bando saranno preselezionate dalle rispettive Università di afferenza che verificheranno il possesso dei requisiti indicati nel bando. Al termine della preselezione, le candidature ritenute idonee dagli atenei verranno esaminate da una commissione congiunta dei ministeri e della Fondazione Crui che effettuerà la selezione dei tirocinanti da destinare alle circa 70 rappresentanze diplomatiche inserite nel bando. La Fondazione Crui provvederà a comunicare esclusivamente i nominativi dei candidati selezionati alle singole Università. Gli atenei, a loro volta, informeranno i vincitori che dovranno accettare o rifiutare l’offerta di tirocinio entro tre giorni lavorativi, e a seguito di un’accettazione provvederanno a elaborare il progetto formativo in collaborazione con il tutor della sede ospitante.


© RIPRODUZIONE RISERVATA