Studenti e ricercatori

Il Giappone pronto a ospitare 10 ricercatori italiani

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Anche quest’anno per 10 ricercatori italiani c’è l’occasione di volare in Giappone per un progetto di ricerca. La «Japan Society for the Promotion of Science» offre infatti 10 borse per ricercatori italiani con l’obiettivo di promuovere la ricerca scientifica e l'internazionalizzazione nel Paese del Sol levante. Per partecipare c’è tempo fino al prossimo 29 gennaio

Il programma
Tra i paesi partner dei programmi promossi dalla JSPS c’è l’Italia, che con il Miur gestisce l'assegnazione delle borse destinate a ricercatori provenienti dal nostro paese. Per il 2016 sono 10 le borse: 3 Invitation Fellowship ( 2 di breve termine e 1 di lungo termine) destinata a ricercatori con un’eccellente storia di successi scientifici alle spalle; 7 Postdoctoral Fellowship, rivolte a eccellenti giovani assegnisti di ricerca. L’obiettivo di questi progetti è convincere ricercatori stranieri eccellenti a collaborare con i colleghi giapponesi nel condurre attività di ricerca mediante visite in Giappone di durata compresa tra i 14 e 60 giorni nel caso delle Short-term Invitation Fellowship; tra i 2 e i 10 mesi nel caso Long-term Invitation Fellowship. Le Postdoctoral Fellowship, volte a coprire un periodo compreso tra i 12 e i 24 mesi, mirano invece a fornire a giovani ricercatori stranieri l'opportunità di condurre attività scientifica cooperativa con gruppi di ricerca leader in università o in altre istituzioni giapponesi.

La valutazione delle domande
Sarà il Miur ad effettuare – così come richiesto dalla JSPS – una pre-selezione delle candidature attraverso una valutazione da parte di propri esperti nella quale si terrà conto, oltre che del programma di ricerca e del curriculum dei candidati, di proposte di collaborazione con istituzioni giapponesi in fase iniziale che potrebbero trarre
beneficio da questa opportunità di partnership. I candidati devono preventivamente concordare con il ricercatore giapponese ospitante il programma di ricerca, la durata e la decorrenza della borsa, nonché ottenere una lettera formale di accettazione presso l'istituzione giapponese ospitante. La candidatura andrà infine presentata al ministero, che provvederà al suo successivo inoltro in Giappone per la valutazione e selezione da parte della JSPS. Nel definire con il partner giapponese la data proposta per la decorrenza della borsa da indicare sull’application form occorre tener conto del fatto che per processare le candidature (eventuale preselezione a livello nazionale, trasmissione in Giappone delle domande pre-selezionate, valutazione finale da parte della JSPS e procedure di assegnazione e pre-partenza, inclusa la domanda per il visto) sono mediamente necessari da 3 a 4 mesi. La scadenza per presentare le domande è il prossimo 29 gennaio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA