Studenti e ricercatori

Oltre 61mila ricercatori iscritti a «Orcid» in vista della nuova Vqr

di Mar:B.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Oltre 61mila ricercatori si sono iscritti a «Orcid», il registro internazionale (Open Researcher and Contributor ID) che sarà utilizzato dall’Anvur per la nuovissima Valutazione della qualità della ricerca (la Vqr 2011-2014) ormai ai nastri di partenza. A una settimana dal termine per ottenere questo identificativo è il 94% degli «aventi diritto» ad aver scelto il codice Orcid, avverte la stessa Agenzia.

Il bilancio dell’Anvur
Secondo l’Anvur sono esattamente 61.136 sui 65.124 interessati in vista della Vqr 2011-2014 i ricercatori del mondo accademico e della ricerca italiana ad aver portato a termine la procedura italiana. «Molto probabilmente si tratta di una cifra sottostimata, visto che alcuni enti di ricerca comunicheranno i loro elenchi solo alla scadenza del termine del 30 novembre», aggiunge ancora l’Agenzia. L’assegnazione dell’identificativo Orcid è il primo passo - ricorda l’Anvur - del progetto «Iride» che permetterà ai ricercatori italiani nell'università e negli enti di ricerca di essere collegati «in modo non ambiguo» alle proprie pubblicazioni e alle informazioni relative alla loro attività di ricerca (citazioni, progetti, premi, brevetti, esperimenti, ecc.) «esigenza molto sentita - spiega ancora la nota Anvur - dalla comunità della ricerca indipendentemente dal settore disciplinare e dai confini nazionali. L’adozione di Orcid dovrebbe infatti consentire di evitare errori di attribuzione in diversi ambiti: nella paternità degli articoli pubblicati dalle riviste scientifiche, nella richiesta di finanziamenti, nella registrazione di brevetti e anche negli esercizi di valutazione nazionali e di ateneo. Rafforzando anche la presenza italiana nella comunità internazionale della ricerca e degli studi, nonché nei grandi motori di ricerca e nelle banche dati internazionali. Questa operazione dovrebbe anche accelerare la costruzione dell’Anagrafe nazionale della ricerca, annunciata nel 2009 e mai davvero partita.

Come funziona Orcid
Orcid è un codice d'identificazione alfanumerico dei ricercatori che confluisce in un registro gratuito, aperto e indipendente gestito a livello internazionale dall’omonima organizzazione no-profit . I dati riportati nel registro non sono sensibili (nome, cognome, email e istituzione d'appartenenza) e sono quindi interrogabili anche da terzi. Il registro, lanciato a livello internazionale il 16 ottobre 2012, punta a diventare lo standard de facto per l'identificazione degli autori di pubblicazioni scientifiche. In tutto il mondo i ricercatori in possesso del codice Orcid sono circa 1,3 milioni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA