Studenti e ricercatori

Da Roma la rete europea «Yerun» scommette su ricerca e scambio di studenti e docenti

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Creare sinergie su «joint degree», progetti europei ed Erasmus+. Le 18 “giovani università” che fanno parte del network Yerun (Young European Research Universities) si sono incontrate lo scorso 25 settembre a Tor Vergata a Roma per avviare progetti comuni e potenziare programmi di scambio culturale, condividendo le “best practice” per la governance e l'organizzazione delle università.

Nell’occasione dell’incontro Juan Romo, rettore dell'Università Carlos III di Madrid, è stato eletto presidente del network Yerun che riunisce le giovani università europee, con meno di 50 anni di vita, che già si sono distinte per le performance registrate nel settore della ricerca. Nata a gennaio 2015, ad oggi la rete è composta da 18 Atenei: Universiteit Antwerpen di Anversa, Universitat Autónoma de Barcelona, Universidad Autónoma de Madrid, Universität Bremen, Brunel University London, Universidad Carlos III de Madrid, Dublin City University, University of Essex, University of Eastern Finland, Universität Konstanz, Linköpings Universitet, Universiteit Maastricht, Universidade Nova de Lisboa, Université Paris Dauphine, Universitat Pompeu Fabra, Roma “Tor Vergata”, Syddansk Universitet,
e Universität Ulm. L’obiettivo del network è quello di cooperare sinergicamente per accrescere l'influenza delle università più giovani sulle politiche di ricerca promosse dall’Ue, promuovendo progetti congiunti nel campo della ricerca e della didattica, incoraggiando la ricerca in ambiti ad alto impatto sociale e sostenendo programmi di scambio per studenti, docenti e altro personale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA