Studenti e ricercatori

Dottorati e stage: borse dall’Europa agli Stati Uniti

di Alberto Magnani

Ricerca o lavoro all’estero? Per i giovani talenti italiani la porta è aperta: da Helsinki a Washington, corsi, master e tirocini all’interno di campus d’eccellenza. Sono solo alcune tra le mete delle borse di studio e lavoro internazionale nel 2015, secondo le segnalazioni del ministero degli Affari esteri.

L’iniziativa della Farnesina
La Farnesina offre sulla sua pagina web (www.esteri.it ) un elenco aggiornato di bandi, selezione e concorsi in arrivo per neolaureati e professionisti in cerca di un’esperienza fuori dalla Penisola. Iniziamo dal Vecchio continente. Partendo da Nord, in Finlandia, il Centro di mobilità Internazionale (Cimo) offre borse di studio dai 3 ai 12 mesi per progetti di ricerca e insegnamento universitario. L'assegno è generoso, con mensilità dai 900 ai 1.200 euro. Ma l’“application” va preparata con cura: dall’anno accademico in corso i candidati stranieri potranno presentare domanda solo con l’intermediazione di una figura interna all’università finlandese, e non più in autonomia.

Le altre opportunità in corso per dottorandi e ricercatori arrivano da Malta (scadenza: 28 febbraio) e Slovenia (15 marzo).

Le mete
Se l’obiettivo sono gli Stati Uniti, la copertura più completa scatta con la borse di studio Fulbright. Il programma che ha già fatto volare oltreoceano più di 8mila italiani rinnova le sue selezioni per laureati, assegnisti di ricerca e professori interessati ai centri d’eccellenza negli States.Per l’anno accademico 2015-2016 restano a disposizione -entro il 25 febbraio prossimo - tre opportunità come distinguished lecturer, ricercatori avanzati alle università di Chicago (importo di 19.500 dollari), Northwestern University (22.500 dollari) e Notre Dame (16.500 dollari).

C’è tempo, invece, fino al 15 luglio per candidarsi alle borse di studio triennali per svolgere dottorati in Nuova Zelanda (www.newzealandeducated.com/nzidrs ). I candidati dovranno dimostrare il sostegno di un’università neozelandese e la disponibilità di un supervisore accademico per il corso scelto. La certificazione dell’inglese costituisce requisito essenziale per la presentazione della domanda.

Gli stage
E per gli stage? La Farnesina evidenzia il trampolino di Young professional program (Ypp), il programma di formazione finanziato dagli organismi internazionali per il reclutamento di talenti under 35. Tra gli istituti aderenti la Banca Mondiale (40 candidati l’anno, tutti sotto i 32 anni e con laurea in economia e settore bancario), l’International labour organization (candidati sotto i 35 anni, laurea in materia economica e giuridica, percorso biennale e tasso di assunzione elevatissimo) e l’Ocse: l’istituto parigino prevede una doppia selezione per stage nel periodo invernale (gennaio-giugno) ed estivo (luglio-dicembre).


© RIPRODUZIONE RISERVATA