Studenti e ricercatori

Siamo la seconda meta preferita dai giovani Usa: in 30mila hanno scelto l’Italia per un periodo di studi

di Marzio Bartoloni

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Gli Stati Uniti restano la destinazione numero uno per chiunque voglia studiare all’estero. Nell’ultimo anno accademico quasi un milione di studenti è volato oltreoceano in uno dei tanti college americani. Ma l’Italia a sua volta è una delle mete più gettonate dai giovani statunitensi in cerca di formazione all’estero. Sempre l’anno scorso quasi in 30mila hanno fatto le valigie per venire da noi a studiare. Dopo l’Inghilterra siamo il Paese preferito dagli studenti Usa. A rivelarlo è l’ultimo censimento contenuto nel rapporto «Open Doors on International Educational Exchange» pubblicato dall’Institute of international education di Washington.

Resta il sogno americano
Gli studenti stranieri hanno ancora un sogno americano. Gli Stati Uniti restano infatti la meta numero uno dove frequentare l’università. E l’anno scolastico 2013/14 è stato secondo il rapporto «Open Doors on International Educational Exchange» da record con quasi 900 mila studenti stranieri iscritti, pari ad un 8% in più rispetto all’anno precedente. A spopolare sono ancora una volta i cinesi con 275 mila studenti ed un incremento di circa il 17% rispetto al 2012/13. In cima alla classifica anche India (96mila) e Corea del Sud (70mila studenti). Seguono Arabia Saudita (44mila), Canada (27mila) e Taiwan (21mila). Il primo paese europeo è l’Inghilterra, con 9.400 studenti volati in America. In aumento anche il numero di studenti provenienti da Paesi come Kuwait e Brasile. Secondo i dati, gli studenti internazionali hanno contribuito all'economica americana per 27 miliardi di dollari, un incremento di tre miliardi rispetto all'anno precedente. L’università americana con più studenti stranieri è quella di New York (11mila), seguita dalla Southern California (10mila).

Italia seconda meta
In compenso anche il Vecchio Continente resta una meta ambita dagli studenti americani e un numero sempre maggiore va in Europa per studiare: 151mila sui 283mila complessivi. È la Gran Bretagna la destinazione preferita con 34mila studenti americani , seguita subito dopo dall’Italia che ha attratto nell’anno accademico 2012/2013 ben 29.848 studenti. La terza meta preferita dagli studenti Usa è la Spagna (26.281) seguita dalla Francia (17.210). I settori di studio sono soprattutto le «Stem» (Sienza, tecnologia, ingegneria e matematica) per 65.223 studenti, le scienze sociali (63.914), l’economia (59.147) e le materie umanistiche (30.167). Il 58% dei giovani americani va all’estero per motivi di studio per un periodo di 8 settimane o meno, il 37,9% da un trimestre fino a un semestre mentre solo il 3,2% frequenta all’estero un periodi di studio di un anno accademico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA