Studenti e ricercatori

Dall'Ue borse di studio fino a 2.400 euro per aspiranti interpreti

di Alessia Tripodi

S
2
4Contenuto esclusivo S24
Scade il prossimo 16 settembre il bando lanciato da Bruxelles e rivolto a giovani laureati provenienti da tutta l'Unione

In arrivo borse di studio Ue per interpreti professionali. Anche quest'anno la Direzione generale interpretazione (DG Interpretazione, conosciuta come Scic) mette a disposizione contributi formativi per studenti di tutte le discipline che siano stati accettati in un corso di formazione post-laurea a tempo pieno in Interpretazione e Conferenze offerto da un'università riconosciuta o da un istituto a livello universitario. Sono ammessi alla selezione tutti i cittadini degli Stati Membri o dei paesi candidati in possesso di un diploma universitario o che frequentano l'ultimo anno di corso per il conseguimento del diploma (o titolo equipollente).
Fondamentale, ovviamente, la perfetta conoscenza della propria e di almeno due delle lingue comunitarie indicate nel bando.

L'importo della borsa ammonta a 2.400 euro per coloro che studiano in uno degli Stati membri, 1.600 euro per studenti di paesi candidati.
Nell'assegnazione delle borse di studio verrà data preferenza a candidati che offrono una combinazione linguistica che più si adatta alle esigenze attuali e future della Direzione generale. La selezione verrà fatta sulla base della combinazione linguistica e la valutazione delle potenzialità del candidato.
Termine di scadenza per le domande: 16 Settembre 2014.
Per maggiori info e il bando clicca qui


© RIPRODUZIONE RISERVATA