Studenti e ricercatori

Arriva il corso di laurea in videogames della Link Campus University

di Eugenio Bruno

S
2
4Contenuto esclusivo S24


Arriva il corso di laurea triennale per i futuri professionisti del videogioco. A organizzarlo sono Link Campus University e Vigamus Academy, in collaborazione con aziende leader della game industry nazionale e internazionale.

L'iniziativa
L'iter formativo – per il quale sono previste 6 borse di studio (una al 100%, due al 50% e tre al 35%) – è articolato in tre anni e mira a formare figure specializzate dell'industria dell'entertainment elettronico. Ad ampio raggio . Si va dal marketing alla comunicazione, dal game development alla localizzazione e all'editoria. In questo percorso, i docenti trasmetteranno le proprie conoscenze tra lezioni frontali, interventi speciali, case history e laboratori, coinvolgendo gli studenti in progetti pratici organizzati dalle aziende partner. Ne faranno parte, tra gli altri,SUDA51 (Grasshopper Manufacture), Avni Yerli (Crytek), Frank Sliwka (Gamescom), Marco Giannatiempo (Laboratorio Comunicazione), Angela Paoletti (Local Transit), Alberto Belli (Storm in a Teacup), Daniele Azara (freelance game designer & interactive storyteller) e molti altri.

Un mercato in crescita
Il corso di laurea si inserisce in un mercato in costante crescita e in continua evoluzione che non sembra avere risentito della crisi. Con un fatturato globale annuo di 73 miliardi di dollari, di cui oltre un miliardo registrato solamente nel nostro Paese (dati NewZoo 2014), l'industria del videogioco è infatti al vertice del settore dell'intrattenimento mondiale.

Le esperienze in azienda
Le aziende partner del corso accoglieranno gli studenti per stage, tirocini e progetti di lavoro coordinati, così da mettere in pratica le nozioni apprese durante il triennio e di avere opportunità di inserimento diretto nel mondo del lavoro. Prevista poi una vacanza studio in crociera sul Mediterraneo grazie alla partnership con Explay: che, dall'1 al 9 marzo 2015, trasporterà i partecipanti in una full-immersion di laboratori e attività didattiche, ma anche svago e divertimenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA