Enti e regioni

Al via il Festival dei Giovani di Gaeta, obiettivo 16mila partecipanti

di Andrea Marini

Una delle più grandi kermesse dedicate ai ragazzi tra 16 e 19 anni, con oltre 200 eventi e l’obiettivo di raggiungere quest’anno i 16mila partecipanti. Da martedì 10 a venerdì 13 aprile prenderà il via a Gaeta (provincia di Latina) la terza edizione del Festival dei Giovani. L’evento è stato presentato ieri nel porto della città pontina, all’interno del veliero Signora del Vento. Giovani provenienti da tutta Italia si confronteranno sui temi di attualità: dalla legalità all’immigrazione, dall’uso dei social al lavoro del futuro, dall’economia digitale alla formazione.

Gli organizzatori: dalla Luiss a Intesa Sanpaolo
L’evento è nato tre anni fa da una idea di Fulvia Guazzone, fondatrice e amministratore di Strategica community, società di format di comunicazione verso i giovani. Gli organizzatori sono l’università Luiss - Guido Carli e il Comune di Gaeta, in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Alla sua prima edizione il festival ha registrato 10mila presenze, salite a 15mila l’anno scorso. «L’obiettivo di quest’anno – spiega Giovanni Lo Storto, direttore generale della Luiss – è quello di sfondare i 16mila partecipanti».

Il calendario: tra prospettive di lavoro e divertimento
Si parte martedì 10 aprile con la discussione sui lavoratori “digitali” e sulla nuova imprenditoria. Il giorno successivo sarà la volta dei social network, con la reputazione digitale e le fake news. Ci saranno anche attività di orientamento scolastico con Coca Cola, Umana, Invitalia e le lezioni della Luiss. Il terzo e quarto giorno, oltre ai dibattiti, ci saranno iniziative musicali e un concerto. A chiudere, un gruppo di ragazzi presenterà i propri progetti imprenditoriali.

Un palcoscenico per i ragazzi
«Per noi della Luiss – ha spiegato Lo Storto – il festival è una occasione per capire cosa vogliono i giovani. L’obiettivo è dare loro degli strumenti per affrontare un mondo del lavoro che nei prossimi dieci anni cambierà a una velocità mai vista prima». «Il nostro obiettivo è diventare la banca dei giovani – ha aggiunto Michele Di Gennaro, direttore regionale Lazio, Sardegna e Sicilia di Intesa Sanpaolo – e il festival ci dà una occasione di ascolto. Questo è anche il motivo per cui siamo impegnati nei progetti di alternanza scuola-lavoro».

Gaeta centro per i giovani
«Gaeta è un valore aggiunto per il Festival – ha affermato Fulvia Guazzone – visto che fa sentire i giovani a casa loro. E il vero obiettivo della manifestazione è proprio ascoltare i giovani». «La nostra città li attende con entusiasmo – ha aggiunto il sindaco Cosmo Mitrano – e mette a disposizione i suoi spazi e servizi». L’obiettivo della manifestazione è anche quello di contribuire a invertire i numeri dei giovani nel mercato del lavoro: In base agli ultimi dati Istat, il tasso di disoccupazione 15-34 anni nel quarto trimestre 2017 si è assestato al 21.4%. Secondo l’Human Capital Report 2017 del World Economic Forum l’Italia riesce a formare talenti ma non riesce a sfruttarne a dovere il potenziale. Il Paese utilizza solo il 67% del suo capitale umano. Il dato è sopra la media globale (62%) ma lontano da Paesi come Norvegia e Finlandia (77%), Svizzera (76%) e Stati Uniti (75%).


© RIPRODUZIONE RISERVATA