Famiglie e studenti

La Francia riduce da 6 a e 3 anni l’inizio dell’obbligo scolastico

S
2
4Contenuto esclusivo S24


La Francia riduce da sei a tre anni l’inizio della scuola dell'obbligo: è la decisione del presidente Emanuel Macron e del governo guidato dal premier Edouard Philippe. Una misura che dovrebbe diventare effettiva dal 2019.

Per il ministro dell'Istruzione, Michel Blanquer, la scuola materna deve essere un luogo di affermazione e di socializzazione. «La materna è la linea di partenza per lo sviluppo di ogni bambino», ha detto il presidente inaugurando le Assises de la Maternelle, che fino a oggi vedono riuniti un panel di esperti e specialisti dell'infanzia a Parigi. Secondo l’Eliseo, la decisione di ridurre l'età dell'istruzione obbligatoria da sei a tre anni traduce la volontà del presidente di fare della scuola un luogo di reale eguaglianza e un riconoscimento della scuola materna che non va più considerata come una baby-sitter universale o come la semplice preparazione alla scuola elementare.

«L’annuncio di una scolarizzazione obbligatoria dai tre anni - afferma Blanquer intervistato ieri dal quotidiano Le Monde - è un modo di riconoscere l'importanza decisiva dei primi anni di vita per l'apprendimento». La misura è soprattutto simbolica. Anche se questo non è mai stato obbligatorio, gran parte dei bambini francesi già frequentano le scuole materne a partire dai tre anni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA