Personale della scuola

Nelle scuole arriva il Sillabo per l'educazione all'imprenditorialità

di Alessia Tripodi

Un Sillabo per introdurre strutturalmente nelle scuole secondarie italiane l'educazione all'imprenditorialità. Costruendo percorsi didattici per sviluppare nei ragazzi conoscenze, abilità e competenze utili non solo per un'eventuale futura carriera da imprenditori, ma in ogni contesto lavorativo e nelle esperienze di cittadinanza attiva. È la novità lanciata dal ministero dell'Istruzione econtenuta in una circolare inviata a tutti gli istituti.

Iniziativa in linea con obiettivi Ue
L'iniziativa, spiega il Miur, è in linea con l'obiettivo chiave di promuovere e sviluppare le abilità imprenditoriali, definite dalla Commissione Europea con la Comunicazione 2012 «Ripensare l'istruzione: investire nelle abilità in vista di migliori risultati socioeconomici» e rinnovate nella Comunicazione 2016 «A new skills agenda for Europe». Per la prima volta si introduce quindi nella scuola italiana l'Educazione all'imprenditorialità, tramite un Sillabo costruito attraverso il coinvolgimento di circa 40 stakeholder (tra cui rappresentanze nazionali, fondazioni, attori del mondo dell'innovazione, imprese, mondo cooperativo e altri attori della società civile).

Cinque macro aree
Il Sillabo, fa sapere il ministero, è suddiviso in 5 macro aree di contenuto: Forme e opportunità del fare impresa; la generazione dell'idea, il contesto e i bisogni sociali; dall'idea all'impresa: risorse e competenze; l'impresa in azione: confrontarsi con il mercato; cittadinanza economica. L'Italia, sottolinea ancora Viale Trastevere, è inoltre tra i primi paesi in Europa ad adottare strutturalmente il modello concettuale "EntreComp" (Entrepreneurship Competence Framework), il Quadro di Riferimento per la Competenza Imprenditorialità, prodotto dalla Commissione Europea. Questo intervento è legato ai finanziamenti dedicati all'Educazione all'imprenditorialità e previsti dal bando Pon 2775 , in corso di valutazione, per un investimento complessivo di 50 milioni di euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA