Famiglie e studenti

Le scuole italiane cominciano a diventare bilingue

S
2
4Contenuto esclusivo S24


In Italia sono 213, di cui oltre 150 statali, le scuole che aderiscono al programma Cambridge per l'insegnamento in lingua inglese secondo modelli educativi internazionali. Quasi cinquemila invece gli studenti coinvolti. Le discipline più insegnate nel nostro Paese con il metodo Cambridge International sono Geografia, Matematica, Fisica, Biologia e Inglese come seconda lingua.

I corsi Clil
Secondo i dati sullo studio delle lingue nell'Unione Europea nell'ambito della scuola secondaria, ogni studente italiano apprende in media 1,70 lingue straniere e nel 96% dei casi frequenta lezioni scolastiche di inglese (fonte: Eurostat). Numeri destinati a crescere ancora visto che la Buona Scuola ha introdotto l'obbligo di insegnamento di una materia scolastica in lingua inglese, dal quinto anno in tutti i percorsi di studio e a partire dal terzo anno per i Licei linguistici. Una metodologia che va sotto il nome di Clil (Content and language integrated learning) e che è nata agli inizi degli anni '90 finalizzata all'insegnamento in inglese di discipline non linguistiche, ma i cui risvolti positivi si estendono a diversi campi dell'apprendimento, grazie ai valori fondanti di interculturalità e approccio plurilingue.

Il programma Cambridge assessment international education
Riunisce quasi un milione di studenti di 10.000 scuole in 160 diversi paesi nel mondo. I programmi e le certificazioni Cambridge offrono un parametro standard di riferimento a livello internazionale delle competenze dello studente. Come spiega Alessandra Varriale, Manager Italy Southeastern Europe, Cambridge Assessment International Education, ha dichiarato: «Il programma Cambridge International si pone l’obiettivo di formare studenti per la vita, aiutandoli a sviluppare una vera e propria passione duratura per l'apprendimento. Si tratta di un passaporto internazionale fondamentale per avere accesso alle più prestigiose università internazionali e alle migliori aziende di tutto il mondo. Perché lo studente possa avere le migliori opportunità di carriera, scolastica e internazionale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA