Famiglie e studenti

A lezione di spazio: 16 scuole premiate da Miur e Asi per ricerca in orbita

Gli studenti di 16 classi di scuole superiori italiane da oggi hanno una concreta possibilità di vedere i loro progetti di ricerca salire a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (Iss). I loro lavori - come per esempio quelli sulla dieta mediterranea, sui benefici dello yoga nello spazio o sull'uso di smartphone a bordo della Iss - sono stati premiati ieri al museo Maxxi di Roma dalla ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli come vincitori del concorso nazionale "Scuola: spazio al tuo futuro. La Iss: Innovatio, Scientia, Sapientia", promosso dal Miur e dal ministero della Difesa, con la collaborazione dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e ell'Aeronautica Militare.

«Ricerca nello spazio importante per sostenibilità»
Obiettivo dell'iniziativa, fa sapere il Miur, è contribuire alla formazione delle giovani generazioni nell'ambito delle discipline scientifiche ed ingegneristiche e avvicinare la scuola al mondo della ricerca spaziale e aerospaziale. «Questa iniziativa - ha detto Fedeli - spinge ragazzi e ragazze ad affrontare temi sconosciuti. Sono molto colpita dai lavori che premiamo oggi, invito gli studenti e soprattutto le ragazze a impegnarsi nella ricerca sullo spazio, un settore - ha concluso - che ha un ritorno di benessere sulla Terra, per esempio in termini di sostenibilità ambientale».
Per i promotori del concorso «l'obiettivo è contribuire alla formazione delle giovani generazioni nell'ambito delle discipline scientifiche e ingegneristiche, e avvicinare la scuola al mondo della ricerca spaziale». I progetti saranno valutati dall'Asi per essere eventualmente sviluppati in una futura missione a bordo della Iss.


© RIPRODUZIONE RISERVATA