Famiglie e studenti

Greco al classico, matematica allo scientifico. Nei tecnici, economia aziendale, inglese, estimo

di Claudio Tucci

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Greco per il liceo classico, matematica per lo scientifico, scienze umane per il liceo delle Scienze umane, economia aziendale per l’indirizzo Amministrazione, finanza e marketing degli istituti tecnici, scienza e cultura dell’alimentazione per l’indirizzo Servizi enogastronomia e ospitalità alberghiera degli istituti professionali.

Le materie
Sono alcune delle materie scelte per la seconda prova scritta della Maturità 2018, annunciate ieri dal Miur, dopo la firma dell’apposito decreto da parte della ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli. La maturità2018 avrà inizio il prossimo 20 giugno con la prova di Italiano. Il 21 giugno sarà la volta della seconda prova scritta, nella materia caratterizzante ciascun indirizzo.

I voti dello scorso anno
Ma come è andata la maturità 2017? La consueta manica larga. All'esame 2017 è stato ammesso il 96,2% degli studenti. Il 99,5% degli esaminati, poi, ha ottenuto la promozione. Il 62,5% ha ottenuto un voto superiore a 70/100. In particolare, i 100 sono il 5,3% del totale delle votazioni: sono stati in lieve aumento, l'anno scorso erano il 5,1%. In crescita pure le lodi: sono state l'1,2% rispetto all'1,1% del 2016. In Italia sono stati in tutto 5.494 i diplomati con lode. In termini di dati assoluti, dunque, le Regioni con il maggior numero di super bravi sono state Puglia (944 diplomate e diplomati con lode), Campania (802) e Sicilia (516).

Le novità da giugno 2019
A giugno sarà l'ultimo anno di questa maturità. Un decreto attuativo della Buona scuola modifica, a decorrere dall'anno scolastico 2018/2019, l'esame di Stato conclusivo dei corsi di studio di scuola secondaria di secondo grado.
Lo svolgimento delle prove Invalsi e dell'alternanza scuola/lavoro diviene requisito di ammissione all'esame. Il decreto legislativo prevede l'ammissione all'esame per gli studenti che abbiano con-seguito una votazione pari a sei decimi in ogni disciplina e nel voto di comportamento. Si introduce la possibilità di essere ammessi nel caso si riporti un'insufficienza in una disci-plina, previa deliberazione motivata del consiglio di classe.
L'esame di Stato cambia in questo modo: riduzione a due prove scritte: una prova sulla padronanza della lingua italiana ed una prova avente ad oggetto una o più discipline caratterizzanti; esposizione nel colloquio dell'esperienza maturata nei percorsi di alternanza scuola/lavoro e la necessità di accertare il possesso delle competenze in “Cittadinanza e Costituzione”; maggiore peso al percorso dello studente nell'attribuzione del credito scolastico.
Nulla cambia per la composizione della commissione di esame: presidente, più tre componenti interni, tre esterni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA