Famiglie e studenti

Iscrizioni: per la scuola dell’infanzia resta la modalità cartacea, guida alla compilazione dei modelli

di Laura Virli

S
2
4Contenuto esclusivo S24


E'tempo di iscrizioni on line. Dal 9 gennaio i genitori hanno potuto registrarsi sul portale http://www.istruzione.it/iscrizionionline/ mentre dal 16 gennaio possono compilare la scheda sulla piattaforma che rimarrà aperta fino al 6 febbraio.
Ma, anche per quest'anno, le iscrizioni relative alle sezioni delle scuole dell'infanzia continuano ad essere escluse dalla modalità on line. Pertanto, i genitori, per iscrivere i propri bambini, dovranno compilare un modello cartaceo.


Con la nota 350 del 9 gennaio il Miur ha trasmesso agli Usr il modello cartaceo per l'iscrizione alla scuola dell'infanzia (Allegato A), il modulo per l'esercizio del diritto di scegliere se avvalersi o non avvalersi dell'insegnamento della religione cattolica (Allegato B) e il modulo integrativo per le scelte degli alunni che non si avvalgono dell'insegnamento della religione cattolica (allegato C), con preghiera di tempestiva trasmissione alle istituzioni scolastiche interessate.


Nella circolare è precisato che l'eventuale personalizzazione del modello di cui all'allegato A, che conterrà comunque le informazioni richieste nella detta scheda, viene effettuata direttamente dalle istituzioni scolastiche sulla base di specifica delibera del consiglio di circolo, che si deve attenere, tra l'altro, a quanto precisato nella circolare sulle iscrizioni (Cm 14659 del 13 novembre 2017) in merito alla individuazione delle ulteriori richieste di informazioni alle famiglie.
Sempre nella nota, viene ricordata l'introduzione degli adempimenti vaccinali obbligatori previsti per le iscrizioni alle scuole dell'infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado (legge 31 luglio 2017, numero 119).

I dirigenti scolastici sono tenuti a richiedere, all'atto della domanda di iscrizione del minore, ai genitori esercenti la responsabilità genitoriale la presentazione della documentazione comprovante l'effettuazione delle vaccinazioni che può essere sostituita dalla dichiarazione resa ai sensi del Dpr 445/2000; in tal caso, la documentazione dovrà essere presentata entro il 10 luglio 2018.


© RIPRODUZIONE RISERVATA