Personale della scuola

Supplenti, il termine per impugnare il licenziamento è identico a quello dei docenti a tempo indeterminato

di Andrea Alberto Moramarco

S
2
4Contenuto esclusivo S24

È legittimo il licenziamento per motivi disciplinari del professore con contratto a termine: il ruolo di supplente non impedisce il recesso per giusta causa da parte dell'istituto scolastico. Questo è quanto emerge dalla sentenza 23861 della Cassazione depositata ieri, con la quale la Sezione lavoro ha chiarito che non sussiste alcuna differenza tra rapporto di lavoro a tempo determinato e rapporto di lavoro a tempo indeterminato in ordine al termine per impugnare il licenziamento. Il caso ...


Quotidiano della Scuola

Scuola24 è il nuovo sistema informativo multimediale riservato a Docenti e Dirigenti scolastici, personale delle Università, Enti di Ricerca ed Istituzioni.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?