Famiglie e studenti

Vaccini, Usr in campo per semplificare gli adempimenti per le famiglie

di Alessandra Silvestri

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Si semplificano, per le famiglie, gli adempimenti per attestare l’effettuazione delle vaccinazioni. I genitori, infatti, dovranno limitarsi a presentare alle scuole una autocertificazione, comprovante l'effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie dei propri figli.

L’obbligo vaccinale
L’obbligo vaccinale riguarda tutti i minori nella fascia 0-16 anni. Il novero delle vaccinazioni obbligatorie e gratuite per i minori di età compresa tra zero e sedici anni comprende Anti-poliomielitica, Anti-difterica, Anti-tetanica, Anti-epatite B, Anti-pertosse, Anti-Haemophilus injluenzae tipo B, Anti-morbillo, Anti-rosolia, Anti-parotite e Anti-varicella. Le Regioni, inoltre, hanno l'obbligo di assicurare l'offerta attiva e gratuita, per i minori di età compresa tra O e 16 anni, anche di altre 4 vaccinazioni non obbligatorie (Anti-meningococcica B, anti-meningococcica C, anti-pneumococcica, anti-rotavirus).

Gli adempimenti
La circolare Miur 1622 del 16/08/2017 aveva disposto che le famiglie presentassero alla scuola idonea documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni per gli alunni vaccinati, copia della richiesta di vaccinazione alla Asl territorialmente competente, per i non vaccinati, idonea documentazione da parte delle autorità sanitarie competenti, per i minori in situazione di esonero, omissione o differimento delle vaccinazioni. Tale documentazione costituiva requisito di accesso alle scuole dell'infanzia e alle sezioni primavera (art. 3 co. 3).

La tempistica
La documentazione deve essere presentata entro il 10 settembre 2017 per le bambine e i bambini della scuola dell’infanzia e delle sezioni primavera ed entro il 31 ottobre 2017 per tutti gli altri gradi di istruzione. In caso di inadempienza, entro 10 giorni dai termini indicati, i Dirigenti scolastici sono tenuti a segnalare alle Asl di competenza i nominativi degli alunni non in regola. La mancata presentazione della documentazione comporta, a partire dall'a.s. 2019/20, la decadenza dall’iscrizione delle scuole dell'infanzia e delle sezioni primavera (art. 3-bis, co. 5) ma non per gli altri gradi d’istruzione.

Gli Usr in soccorso dei delle famiglie e delle scuole
A semplificare gli adempimenti di cui sopra sono intervenuti gli Usr di alcune Regioni (ad esempio l'Usr Lazio e l'Usr Toscana), i quali sottoscrivendo un protocollo con le Regioni, hanno convenuto che siano le Asl territorialmente competenti ad effettuare i dovuti controlli. A tal fine le scuole invieranno alle Asl le liste degli alunni iscritti per gli adempimenti di competenza. I genitori, quindi, dovranno limitarsi a depositare presso la scuola una dichiarazione sostitutiva ai sensi D.P.R. 28.12.2000 n. 445 (cosiddetta autocertificazione), comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie dei propri figli. La documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie verrà, quindi, acquisita attraverso rapporto diretto fra le Scuole e le Asl.


© RIPRODUZIONE RISERVATA