Famiglie e studenti

Libri di testo, in Emilia Romagna richiesta contributi a partire dal 4 settembre

di Francesca Malandrucco

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Via libera alla richiesta di contributi per l’acquisto dei libri di testo per le scuole secondarie di I e II grado in Emilia Romagna. Le domande potranno essere presentate a partire dal 4 settembre e fino al prossimo 23 ottobre. La richiesta di contributo dovrà avvenire rigorosamente on-line sul portale scuola.er-go.it.

Comunicazione dell’Usr Emilia Romagna
L'Ufficio scolastico regionale per l'Emilia Romagna, in una comunicazione, ha reso noti i requisiti appena approvati dalla Regione e necessari per ottenere i contributi. Potranno presentare domanda tutti gli studenti che frequentano le scuole superiori di I e II grado in Emilia Romagna, sia i residenti che i non residenti, e il cui nucleo famigliare abbia un reddito Isee 2017 non superiore ai 10.632,94 euro.

Per il secondo anno di seguito tutte le procedure dovranno essere fatte on line. Per presentare le domande, chiarisce l'Usr nella sua nota, diventa fondamentale per gli studenti avere a disposizione un indirizzo e-mail e un numero di cellulare nazionale.
A partire da quest'anno, tuttavia, le famiglie potranno ricorrere anche all'aiuto dei Centri di assistenza fiscale per presentare direttamente la domanda. L'elenco aggiornato dei Caf convenzionati verrà pubblicato a breve sempre sul portale scuola.er-go.it. Per chi, invece, ha deciso di presentare la domanda da solo, sullo stesso portale è possibile scaricare fin da subito la guida che contiene tutte le indicazioni su come registrarsi al sistema e richiedere, successivamente, il contributo.

Le domande
Nella domanda le famiglie dovranno indicare, in autocertificazione, la spesa effettivamente sostenuta per l'acquisto dei libri di testo, conservando comunque la documentazione fiscale da esibire nel caso in cui venisse richiesta. I rimborsi per i libri verranno erogati sulla base delle risorse finanziarie disponibili e soprattutto del numero complessivo di domande arrivate. L'obiettivo della Regione è quello di soddisfare tutte le richieste ritenute ammissibili.
«Il beneficio verrà riconosciuto ai destinatari sopra indicati, con l'obiettivo di soddisfare tutte le domande ammissibili – si legge nella nota dell’Usr Emilia Romagna -, sulla base delle risorse finanziarie disponibili e del numero complessivo delle domande. Il contributo verrà pertanto determinato in proporzione ai costi ammissibili».
L'importo del benificio erogato ad ogni studente, in ogni caso, non potrà superare il costo della dotazione dei testi della classe frequentata, così come previsto dalla nota del Miur del 16 maggio scorso (prot. N. 5371).
Una volta scaduto il termine per la presentazione delle domande, le scuole avranno tempo fino al prossimo 6 novembre per completare l'istruttoria, mentre i comuni, a loro volta, avranno a disposizione altri 11 giorni, fino al 17 novembre, per chiudere tutte le pratiche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA