Famiglie e studenti

La dispersione scolastica resta sorvegliata speciale

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Attivato un gruppo di lavoro: nel mirino soprattutto le aree periferiche e i territori più difficili dove i tassi di dispersione sono superiori. Vale a dire a Sud, Sicilia in testa. L'Italia sta migliorando: 13,8% il tasso nel 2016, era il 20,8% nel 2006, l'Ue ci chiede il 10 per cento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA