Famiglie e studenti

Maturità, a settembre via alla sessione suppletiva

di Laura Virli

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Con il Dm 487 del 7 luglio 2017 il Miur ha stabilito i tempi supplementari per quei candidati che non hanno potuto sostenere o completare le prove nella sessione suppletiva o, comunque, prima del termine di chiusura dei lavori delle commissioni.
La sessione straordinaria è quindi l’ultima spiaggia per quei maturandi che, date le loro condizioni, non sono riusciti a prendere parte non solo alla sessione ordinaria di maturità 2017, ma anche alle relative prove suppletive di luglio.
Nel decreto è chiaramente esplicitato che i candidati intenzionati a partecipare alle prove di ammissione ai corsi di laurea ad accesso programmato a livello nazionale per l'anno accademico 2017/2018, saranno ammessi con riserva a dette prove, in quanto ammessi a sostenere gli esami di Stato di istruzione secondaria di secondo grado nella sessione straordinaria 2017.

Prerequisiti di accesso
L'accesso alla sessione straordinaria è previsto, a domanda, in seguito all'insorgenza di un grave impedimento documentato che impedisca al candidato di partecipare alle prove, come ad esempio una malattia; tale condizione deve essere certificata durante l'esame con visita fiscale oppure può essere riconosciuta dalla commissione che ne dà comunicazione al direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale.

Calendario
Secondo il calendario fissato dal dicastero di viale Trastevere per questo anno scolastico, la prima prova scritta si svolgerà il 20 settembre 2017, la seconda prova il 21 settembre, la terza prova il 25 settembre. I colloqui inizieranno dopo la correzione e la valutazione degli elaborati delle prove scritte e la pubblicazione degli esiti degli scritti.
I candidati che non dovranno svolgere alcuna prova scritta, sosterranno la prova orale il 20 settembre.

Indicazioni operative
I direttori degli Usr provvederanno alla convocazione delle commissioni nella stessa composizione in cui hanno operato nella sessione ordinaria; i lavori inizieranno il 18 settembre presso gli istituti ove sono presenti candidati che hanno chiesto di sostenere gli esami nella sessione straordinaria.
Saranno, invece i dirigenti scolastici degli istituti sedi d'esame per la sezione straordinaria a fornire comunicazione scritta ai candidati interessati circa le date di svolgimento delle prove.
Ai componenti delle commissioni spetterà una quota del compenso forfetario in misura proporzionale alla durata complessiva delle operazioni d'esame della sessione ordinaria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA