Famiglie e studenti

Medicina, il Miur precisa: «Abbiamo alzato i posti disponibili rispetto a indicazioni regionali»

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Il giorno dopo la pubblicazione delle date dei test e dei posti disponibili per le lauree ad accesso programmato arriva la precisazione del Miur. Che prova a smontare le critiche sul calo dei posti per Medicina: per l’anno accademico 2017/2018 - con il test fissato al 5 marzo - gli aspiranti medici si contenderanno 9.100 posti (contro i 9224 dell'anno passato e i 9513 del 2015). Un numero che il ministero ha già rivisto al rialzo rispetto all’indicazione delle Regioni (8700 posti).

In una nota il ministero fa infatti sapere che la determinazione del numero di posti disponibili per l'accesso al corso di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia per l'anno accademico 2017/2018 tiene conto del fabbisogno del Servizio sanitario nazionale e di quello espresso dal ministero della Difesa per le esigenze organiche delle Forze Armate.
«In particolare, la definizione dei posti, quest'anno, è avvenuta dopo la comunicazione della Difesa del 23 maggio del fabbisogno di medici chirurghi per le Forze Armate e dopo l'accordo siglato il 25 maggio in Conferenza Stato-Regioni». «L’intesa fra Stato e Regioni tiene conto - ricorda ancora il Miur - per la determinazione dei posti di Medicina e delle professioni sanitarie, così come di Veterinaria e Odontoiatria, delle stime relative alla domanda futura di professionisti da parte del Sistema sanitario regionale e nazionale, della capacità di assorbimento da parte del mercato di queste figure professionali, dei cambiamenti demografici della popolazione, dei cambiamenti nella modalità di erogazione dei servizi sanitari». In particolare, per Medicina e Chirurgia i posti previsti dall'accordo in Conferenza Stato-Regioni a maggio - segnala il ministero - erano 8.700, incrementati poi a 9.100 con il decreto appena pubblicato , tenendo conto della capacità formativa e della disponibilità di posti espressa dalle Università.


© RIPRODUZIONE RISERVATA