Famiglie e studenti

Maturità, oggi il quizzone. Ecco come si assegnano i voti

di Laura Virli

S
2
4Contenuto esclusivo S24


La maturità 2017 è entrata nel vivo: oggi toccherà al ”quizzone”, poi da fine giugno sarà la volta degli orali. Le ultime fatiche prima di lasciarsi alle spalle un percorso di studi, durato cinque anni, e per il quale il consiglio di classe ha attribuito, allo scrutinio finale, un credito scolastico fino a un massimo di 25 punti.
In attesa dell’entrata in vigore del Dlgs numero 62, uno degli otto decreti attuativi della «Buona Scuola», che riformerà gli esami di Stato dal 2018-2019, esaminiamo brevemente i meccanismi che le commissioni d’esame utilizzeranno per assegnare i punteggi alle varie prove.

Il punteggio delle prove
Si partirà con le tre prove scritte, la prova di italiano, quella di indirizzo e la terza prova, a carattere pluridisciplinare, intesa ad accertare le capacità del candidato di utilizzare ed integrare conoscenze e competenze relative alle materie dell’ultimo anno di corso.
Seguirà, poi, il colloquio, secondo un calendario stilato e pubblicato all’albo della scuola sede di esame.
Le commissioni disporranno di 45 punti per la valutazione delle tre prove scritte, ciascuna delle quali varrà fino a 15, con la sufficienza a10 punti.
Al colloquio potranno essere assegnati fino a 30 punti, con la sufficienza a 20 punti.


Esisto finale
Il punteggio minimo per superare l’esame è di 60 su 100.
Per integrare il punteggio, la commissione potrà anche utilizzare il cosiddetto “bonus” o assegnare la lode.
Il “bonus” da 1 a 5 punti potrà essere dato a quei candidati in possesso di almeno 15 punti di credito scolastico e 70 tra prove scritte e colloquio, in base a criteri oggettivi prefissati in sede di riunione dalla commissione.
Lo studente che parte con il punteggio massimo di 25 punti di credito, a cui la commissione assegnerà tutti i 45 punti a disposizione per le prove scritte e il punteggio massimo di 30 punti al colloquio, otterrà il più alto voto conseguibile, pari a 100 punti. A questi studenti meritevoli potrà essere conferita la lode, ma solo se in possesso di alcuni prerequisiti di ammissione agli esami, ossia aver ottenuto, nell’ultimo triennio, almeno “8” nel comportamento e in tutte le discipline all’unanimità dei componenti del consiglio di classe.


© RIPRODUZIONE RISERVATA