Famiglie e studenti

Disco verde il 21 con il tema d’italiano

di Laura Virli

S
2
4Contenuto esclusivo S24


L’esame di Stato per gli studenti dell’ultimo anno del ciclo di studi delle scuole superiori di secondo grado ha un calendario preciso, vediamolo nel dettaglio. Si partirà dalle tre prove scritte, a ognuna delle quali la commissione assegna un massimo di 15 punti per un totale complessivo di 45 punti.


La prima prova
La prima prova punta ad accertare la padronanza della lingua italiana o della lingua nella quale si svolge l’insegnamento, nonché le capacità espressive, logico-linguistiche e critiche del candidato, consentendo la libera espressione della personale creatività.
Essa consiste nella produzione di uno scritto scelto dal candidato tra più proposte di varie tipologie, ivi comprese le tipologie tradizionali, individuate annualmente dal Ministero dell’Istruzione. Sei le ore a disposizione per lo svolgimento.


La seconda prova
Il secondo appuntamento serve a verificare le conoscenze specifiche del candidato, ha per oggetto una delle materie caratterizzanti il corso di studio per le quali l’ordinamento vigente o le disposizioni relative alle sperimentazioni prevedono verifiche scritte, grafiche o scrittografiche.
Qualora la materia oggetto di seconda prova scritta sia la lingua straniera e il corso di studi seguito dalla classe interessata preveda più di una lingua, la scelta è demandata al candidato.
La durata della prova è variabile a seconda dell’indirizzo di studi (di norma da sei a otto ore). In alcune scuole (come i licei artistici) può articolarsi anche in più giorni.


La terza prova
La terza e ultima tappa delle prove scritte è a carattere pluridisciplinare, è intesa ad accertare le capacità del candidato di utilizzare ed integrare conoscenze e competenze relative alle materie dell’ultimo anno di corso.
La prova consiste nella trattazione sintetica di argomenti, nella risposta a quesiti singoli o multipli, ovvero nella soluzione di problemi o di casi pratici e professionali o nello sviluppo di progetti. Le materie oggetto della terza prova scritta possono essere 5 ma non meno di 4.
La prova è strutturata in modo da consentire anche l’accertamento della conoscenza delle lingue straniere se comprese nel piano di studi dell’ultimo anno. La durata della terza prova è definita dalla commissione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA