Famiglie e studenti

Corviale, festa per Radio Impegno del Calciosociale. Scudo contro evasione e dispersione scolastica

di Ciro Sorrentino


Radio Impegno, la radio notturna nata a Corviale (Roma) il 30 maggio 2016 a seguito dell’attentato avvenuto il 13 novembre 2015 al “Campo dei miracoli”, compie un anno e istituisce la Giornata nazionale dell’impegno. L’appuntamento è per oggi alle 18.30 (Capo dei miracoli - via di Poggio Verde, 455 - Roma), con musica e ospiti, tra i quali Jonis Bascir (attore, compositore e musicista), Titti Postiglione (Protezione civile), Pietro Parisi (cuoco antiracket), Rossella Santilli (giornalista), Nicole Orlando (atleta paralimpica).

La storia
Un traguardo importante e per nulla scontato: 365 notti in cui i microfoni sono rimasti accesi, dalla mezzanotte alle 8 e mezzo del mattino, grazie a centinaia di associazioni e cittadini che presidiano e fanno vivere il “Campo dei miracoli” raccontando quello che di bello costruiscono ogni giorno. Un’associazione di volontari che operano nel cuore di Corviale attraverso il “Calciosociale”, che è un modo del tutto originale di intendere lo sport più praticato: mettendo in primo piano i ragazzi svantaggiati, formando squadre dove i migliori non possono segnare gol a raffica, ma devono mettersi al servizio della squadra. Dove le regole si fondano sul principio dell’accoglienza e dell’inclusione per salvaguardare i più deboli, quindi il bene comune. Progetto che coinvolge soprattutto bambini, adolescenti e giovani, riuscendo a evitare che finiscano nelle nebbie dell’evasione e della dispersione scolastica.


Perchè Radio Impegno
Era la notte del 13 novembre 2015. A Corviale un uomo dal volto coperto dava fuoco ad un piccolo angolo del “Campo dei miracoli”: la casetta della spiritualità, una struttura in legno sorta lì dove prima dormiva un esponente della banda della Magliana e trasformata in luogo di culto e di dialogo interreligioso.


A quel punto il “Campo dei miracoli” andava custodito. La scelta di come farlo sembrava quasi obbligata, mettere un vigilantes 24 ore su 24, che però avrebbe voluto dire chiudersi, in controtendenza con i valori proposti dal “Calciosociale”, l’associazione che ha sede al “Campo dei miracoli”.
La risposta è stata di tutt’altra natura e ora di “vigilantes” ce ne sono molti di più: sono 120 le associazioni che si alternano ogni notte ai microfoni di Corviale, più di 500 le persone
che con il loro impegno radiofonico hanno lanciato messaggi di speranza, denuncia,
solidarietà dimostrando che le cose si possono cambiare grazie all’impegno di ciascuno.


Massimo Vallati, presidente di “Calciosociale” e tra i promotori di Radio Impegno spiega: «Ci davano tre settimane di vita per questo progetto, una diretta notturna da Corviale con
persone e associazioni che si alternano ogni notte per tutta la notte e invece dopo un anno
siamo ancora qui, ancora più forti, a raccontare la Roma bella, quella che costruisce per
rispondere a chi invece voleva distruggerci».

Il sostegno del capo della Polizia
Il capo della Polizia Franco Gabrielli, ospite della puntata zero di Radio Impegno, andata in
onda la notte tra il 29 e il 30 maggio ha affermato: «Se a Corviale è possibile una esperienza
così, allora è possibile in tutta la città». La radio, ha detto, «è uno strumento per amplificare
nell’etere la vostra azione e contaminare positivamente le menti, in una società sempre più
isolata e chiusa, che vede gli altri come diversi che insidiano il nostro “poco”».

La Giornata nazionale dell’impegno
Per il suo primo anniversario Radio Impegno vuole dire grazie a tutti, a chi si è impegnato per un anno e a chi si impegnerà, istituendo la Giornata nazionale dell’impegno.
Nel corso della serata saranno nominati gli “Ambasciatori d’impegno”, personalità che si sono distinte attraverso la propria professione nel settore istituzionale, dell’arte, dell’informazione, dello sport e dell’imprenditoria affinché promuovano la mission della Radio.

“Ambasciatori”
Ogni “Ambasciatore” resterà in carica un intero anno al termine del quale consegnerà
personalmente la maglietta agli “Ambasciatori” della successiva edizione, in una virtuale
staffetta che riflette quella che, di notte in notte, realizzano tutti gli animatori e speaker di
Radio Impegno.
Nell’ambito dei festeggiamenti saranno consegnati dei premi speciali “Maglietta d’oro”,
dedicati ad alcuni cittadini che si sono distinti nella vita di tutti i giorni per il proprio
“impegno”in sintonia con gli obiettivi della Radio. Le categorie di questo riconoscimento sono: “In&Out”, la cultura promossa fuori e dentro le propria casa per contrastare la violenza di genere, il bullismo, il razzismo e ogni forma di discriminazione; “Oltre l’istruzione”, il lavoro svolto in ambito scolastico per abbattere disagio e differenze; “Aggiungi un posto a tavola”, l’accoglienza che, aprendo le porte contribuisce a salvare vite in pericolo.

Informazioni:

www.calciosociale.it

www.radioimpegno.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA